Rai 3
Televideo
Vittoria ad ogni costo

Off The Report

ReportExtra

I nostri promo
stagioni precedenti »




Società

Il risarcimento - del 30 novembre 2014

Claudia Di Pasquale, Giuliano Marrucci

Domenica 30 Novembre Report propone un'inchiesta provocatoria e propositiva: tutti i detenuti in salute dovrebbero essere obbligati a lavorare, perché nel lavoro c’è il loro recupero e anche quello delle spese giudiziarie, oltre a quelle per il mantenimento in carcere. Mai come in questo caso abbiamo trovato ostilità. Dai detenuti? No, dalle istituzioni.Domenica 21.45 Rai3.

  1. 1
  • Report Extra. La vita bucolica dei boss in carcere

    di Claudia Di Pasquale

    Report entra dentro il carcere di Secondigliano dove ci sono più di 1300 detenuti, ma ne trova solo sei, sette che coltivano l’orto del carcere. Questi sono tutti detenuti dell’alta sicurezza, per lo più ergastolani che provengono dalla criminalità organizzata, mafia, ’ndrangheta, Sacra corona unita, e che in passato sono stati reclusi anche nel 41bis.

  • Pagava le vacanze a Formigoni, condannato Guarischi per corruzione

    Massimo Gianluca Guarischi, negli anni '80 conduttore di "Cerco e offro" sui canali Fininvest, poi eletto nel 1990 consigliere regionale lombardo con il Psi e dal 2000, per due mandati, con Forza Italia, è stato condannato in primo grado per corruzione a cinque anni e al versamento di una previsionale di un milione di euro alla Regione stessa, costituitasi parte civile. Leggi tutto e guarda la clip da "Do ut des"

  • Operò al posto del chirurgo, indagato il tecnico Tridici

    La Procura di Lecce ha iscritto nel registro degli indagati, con l’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione medica, Fabio Tridici, all'epoca dei fatti venditore della Boston Scientific. Tridici era stato ripreso il 18 novembre 2013 mentre interveniva su un paziente, al posto di un cardiologo, per installare i cateteri di un pacemaker defibrillatore bi-ventricolare. Il caso è finito all'attenzione dei magistrati pugliesi quando Report, nella puntata del 19 ottobre scorso, ha trasmesso in esclusiva il filmato in questione... Leggi tutto e guarda la clip

  • Fallimento Ste, avviso di fine indagine a Verdini

    Sono passati pochi giorni da due rinvii a giudizio per corruzione, per le vicende della P3 e della cricca degli appalti, ma i guai giudiziari per il senatore di Forza Italia potrebbero non essere finiti. A Verdini è stato notificato infatti un avviso di chiusura indagine, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, per bancarotta fraudolenta, in relazione al fallimento della Società Toscana di Edizioni. Con lui sono iscritti a registro i nomi di Massimo Parisi, nel Cda della Ste ma anche coordinatore toscano di Forza Italia, e quello del Principe Girolamo Strozzi, presidente del Cda fino al 2012. Tutti e tre sono stati intervistati da Report nell’inchiesta di Sigfrido Ranucci con la collaborazione di Giorgio Mottola “Bianco, rosso e Verdin>” del 21 ottobre 2013, in cui si ricostruisce nei dettagli l’avventura editoriale del senatore. Guarda la clip dall'inchiesta

  • Addio all'olio rancido in pizzeria

    Una delle cattive abitudine dei pizzaioli italiani che Report mostrava nell'inchiesta di Bernardo Iovene dello scorso 5 ottobre era quella di rabboccare l'oliera senza mai pulirla: così l'olio diventa inevitabilmente rancido, e con esso la nostra pizza (Guarda la clip dall'inchiesta). Non si può più: entra oggi in vigore la Legge 161, che recepisce diverse disposizioni europee tra cui quella che impone di offrire ai clienti oli di oliva solo in contenitori etichettati e chiusi da un tappo tale da impedire che il contenuto possa essere modificato o il contenitore riutilizzato. Insomma, le vecchie oliere di metallo, che non permettevano di vedere cosa ci fosse dentro, se olio italiano o straniero, di oliva o di soia, fresco o rancido, sono diventate illegali. Chi ancora non l’ha appesa al chiodo rischia una multa fino a 8000 euro.

  • Inchiesta del 23 novembre 2014

    Il Monte dei misteri

    di Paolo Mondani

    Collaborazione di Elisabetta Gherardi. Il 6 marzo 2013 muore, cadendo dalla finestra del suo ufficio, David Rossi, capo della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. La Procura di Siena apre immediatamente un’inchiesta per istigazione al suicidio, archiviata un anno dopo. La moglie di David Rossi non crede alla volontarietà del gesto e sono molti i dubbi che Report passa in rassegna...

  • Inchiesta del 16 novembre 2014

    Ambiente di famiglia

    di Luca Chianca

    Lo scorso maggio l'ex ministro dell'ambiente Corrado Clini è stato arrestato dalla Procura di Ferrara con l'accusa di peculato dopo che i magistrati hanno trovato un milione di euro su un conto cifrato in Svizzera. L'inchiesta è stata trasferita a Roma dove si indaga per corruzione e sotto la lente della Procura è finita anche la compagna dell'ex ministro, Martina Hauser, da anni consulente del ministero dell'ambiente.

  • Inchiesta del 16 novembre 2014

    In buone acque

    di Emanuele Bellano

    Hera è una delle più grandi municipalizzate d’Italia e gestisce luce, acqua, gas e rifiuti per 250 comuni in Emilia-Romagna, Marche, Veneto e Venezia-Giulia. La società ha sede in centro a Bologna in un’area industriale dismessa dove lavorano settecento persone. Sulla base di documenti inediti Report è in grado di documentare il livello di inquinamento presente nel suolo di quei terreni e i rischi per la salute a cui, secondo le analisi svolte da Hera stessa ma mai divulgate, i dipendenti sono sottoposti andando a lavorare lì dentro ogni giorno.

  • Inchiesta del 16 novembre 2014

    Scava, scava...

    di Giulio Valesini

    Report torna in Veneto e nella provincia di Verona. Questa volta le telecamere degli inviati di Rai 3 si sono soffermate sul Comune di Grezzana, sul cui territorio si sono aperte tra il 2011 e il 2013 profonde voragini. E’ crollata anche la Strada provinciale dove tutte le mattine passava lo scuolabus con decine di bambini a bordo. Secondo i cittadini e Legambiente, che hanno presentato esposti alla magistratura e richiesto il sequestro dell’area, le responsabilità sono dell’azienda che ha scavato sotto la collina, la Micromarmo.

  • Inchiesta del 02 novembre 2014

    Siamo tutti oche

    di Sabrina Giannini

    Per la prima volta una televisione riesce a documentare l’illegalità della “spiumatura” sulle oche vive in Ungheria, denunciando così la crudele pratica illegale diffusa nella Comunità europea, la prima responsabile per i mancati controlli e per avere un regolamento che consente con facilità di “riciclare” la piuma illegale.

  • Inchiesta del 26 ottobre 2014

    Fammi il favore

    di Stefania Rimini

    Collaborazione di Giorgio Mottola. Dall'Expo al Mose, tra gare decise a tavolino e fatture gonfiate, chi si prenderà i fondi neri e come? Le due grandi inchieste che hanno messo sottosopra gli organigrammi delle galassie che vivevano intorno ai lavori per l’Expo di Milano e alla maxi diga del Mose di Venezia, rischiano di arenarsi nelle secche dei patteggiamenti e delle prescrizioni. Stefania Rimini ricostruisce un sistema trasversale...

  • Intervista ad Arnaldo Forlani

    di Milena Gabanelli

    Già segretario della Democrazia Cristiana, Presidente del Consiglio e più volte ministro, condannato a due anni e 4 mesi nell’ambito del Processo Enimont per finanziamento illecito al partito. Ormai novantenne, Forlani è l’ultimo sopravvissuto del CAF (l’alleanza Craxi, Andreotti, Forlani) un testimone storico di quasi quarant’anni di vita politica italiana e continua a difendere la sua versione di assoluta inconsapevolezza di quanto accadeva intorno a lui nel suo partito.

  • Inchiesta del 19 ottobre 2014

    Il segreto sul piatto

    di Roberto Pozzan

    con Giorgio Mottola Il premier Matteo Renzi lo ha definito “vitale” Gli industriali italiani lo considerano una benedizione. Gli scettici, invece, lo descrivono come un’apocalisse. Nessuno, però, al momento sa bene cosa sia il TTIP, il Trattato Transatlantico sugli investimenti che Europa e Stati Uniti stanno negoziando da diversi mesi. Sulle trattative in corso e gli accordi finora raggiunti vige infatti la massima segretezza. Eppure, l’approvazione del TTIP potrebbe cambiare le nostre vite.

  • Inchiesta del 19 ottobre 2014

    The specialist

    di Sigfrido Ranucci

    Domenica sera verranno trasmesse delle immagini riguardanti una delicata operazione chirurgica avvenuta in un ospedale del sud, dove viene impiantato un dispositivo bi-ventricolare. Ma ad operare, secondo le informazioni in possesso di Report, non sarebbe il chirurgo, ma addirittura l’addetto-vendite di una nota multinazionale produttrice di defibrillatori. Secondo un altro venditore di un’altra azienda di dispositivi medici intervistato da Report, il fatto non sarebbe un'eccezione...

  • Inchiesta del 12 ottobre 2014

    La Concordia nazionale

    di Giovanna Boursier

    Report ha ricostruito quello che è accaduto la notte del naufragio della Concordia con documenti e interviste inedite. Il comandante Francesco Schettino è accusato di omicidio colposo plurimo per non avere dato l’ordine di emergenza in tempo e avere abbandonato la nave prima che tutti i passeggeri fossero in salvo. Schettino, intervistato in esclusiva da Report, racconta la sua versione dalla quale emergono fatti fino a oggi sconosciuti.

  • Intervista a Gino Paoli

    di Milena Gabanelli

    Ottant’anni compiuti in questi giorni: uno dei più grandi artisti italiani, oggi Presidente della SIAE, la Società italiana Autori ed Editori che, tra tante polemiche, gestisce i diritti su ogni creazione dell’ingegno in Italia, in un’intervista esclusiva ripercorre le tappe principali della sua carriera e della sua vita privata, svelando amori, delusioni, fino al tentato suicidio “per noia”, di cui porta una traccia nel cuore.

  • Inchiesta del 05 ottobre 2014

    Non bruciamoci la pizza

    di Bernardo Iovene

    La pizza fatta con ingredienti giusti fa bene. Invece da Napoli a Roma, Milano, Venezia, Firenze, spesso non è digeribile e talvolta, può contenere elementi cancerogeni.

  • Inchiesta del 05 ottobre 2014

    Il danno e la beffa

    di Sigfrido Ranucci

    In Italia ci sono 700 mila portatori di pacemaker. Ogni anno altri 60 mila nuovi pazienti si sottopongono all'impianto del dispositivo. Ma chi certifica che i pacemaker, neuro stimolatori o defibrillatori impiantati siano sicuri? L'istituto Superiore di Sanità è uno degli organismi notificati europei a certificare i dispositivi che vengono impiantati nel nostro corpo, e l'unico in Italia per pacemaker e neurostimolatori. Report è entrato per la prima volta nei laboratori dell’ Istituto. Nelle immagini che trasmettiamo in esclusiva, si mostrano macchinari rotti, vecchi e inutilizzati.

  • Com'è andata a finire del 02 giugno 2014

    Com'è andata a finire?

    “Eh ma tanto – direte voi, come sempre – non succede mai niente”. Speriamo proprio di no: e ve lo dimostriamo, adesso, con i 17 anni della nostra storia

  • Inchiesta del 26 maggio 2014

    La grande ricchezza

    di Michele Buono

    Collaborazione di Matteo Di Calisto e Filippo Proietti. Quale potrebbe essere l’impatto economico e sociale nel mondo del lavoro e della qualità della vita se i progetti migliori nel campo della manifattura digitale, dei nuovi modelli di impresa, del trasporto, dell’efficienza energetica, dell’urbanistica, della formazione e dell’istruzione, si trasformassero da piccoli grumi di eccellenza sparsi in Italia e in tutta Europa, in un grande sistema integrato.

  • Inchiesta del 19 maggio 2014

    A pensar male...

    di Sabrina Giannini

    Collaborazione di Daniele Bonazza. Ci son voluti solo 7 anni, dal 1998 al 2005, per vendere i circa 500 immobili sedi della Democrazia Cristiana, comprati con i soldi dei tesserati, delle donazioni, dei finanziamenti pubblici. Dopo che la vecchia Dc si è sgretolata, gli eredi si sono frantumati in varie direzioni, un po’ a destra, un po’ a sinistra, altri rigorosamente al centro, e si son trovati a gestire questa imponente ricchezza immobiliare. Come li hanno venduti gli immobili sparsi in tutta la penisola? In quali mani sono finiti?

  • Un inedito Aznavour per i suoi 90 anni

    di Milena Gabanelli

    «Perché Aznavour? Voglio raccontarvi una mia storia personale che risale al 1992. Lavoravo per Mixer, ero andata in Nagorno Karabakh, un’enclave fra Armenia e Azerbaijan, un viaggio lungo e solitario, i due paesi sono in guerra. La popolazione era in fuga, perché la zona era quotidianamente bombardata dagli aerei. Alla fine di questo viaggio drammatico mi imbarco a Yerevan insieme a qualche centinaio di profughi, l’Armenia è isolata, c’è un unico volo ogni mercoledì destinazione Parigi. Durante il viaggio seduto di fianco a me un profugo armeno mi dice: “Ma lei lo sa che questi voli, ogni settimana da mesi, li paga Aznavour?”».

  • Inchiesta del 12 maggio 2014

    Shale caos

    di Roberto Pozzan

    Quale sarà il futuro dell’approvvigionamento energetico del nostro paese e dell’Europa? Possiamo continuare a basarlo sulle energie fossili o ci sono nuove frontiere per l’estrazione di gas e petrolio che possono essere percorribili come alcuni credono?

  • Inchiesta del 05 maggio 2014

    Sportivo sarai tu

    di Stefania Rimini

    Abbiamo 1247 atleti militari stipendiati dallo Stato, 6 milioni di sportivi amatoriali, 4 milioni e mezzo di agonisti, 45 federazioni, 15 enti di promozione, 95mila società dilettantistiche. Nel grande villaggio dello sport c'è chi sta a galla a malapena e c'è chi vive da signore con il denaro raccolto dai tesserati e con i milioni che piovono giù dal Coni. Il Coni distribuisce 411 milioni, denaro pubblico che riceve dal Tesoro e che dovrebbe servire a promuovere l'attività sportiva. Vediamo che uso ne fanno le varie federazioni...

  • Inchiesta del 05 maggio 2014

    Il giallo delle pagine

    di Emanuele Bellano

    Seat Pagine Gialle è la società che stampa e consegna in tutte le case degli italiani gli elenchi del telefono. Oggi il suo business è principalmente on line. Fino alla fine degli anni 90 la società era di proprietà dello Stato. Poi si è deciso di privatizzarla. Nel 2003 è finita nelle mani di un gruppo di fondi di investimento. Allora il suo valore in borsa era di 24 miliardi di euro. Oggi a 10 anni di distanza vale 1000 volte di meno e ha dovuto portare i libri in tribunale...

  • Inchiesta del 28 aprile 2014

    Il socio occulto

    di Paolo Mondani

    Collaborazione di Chiara Avesani I soldi per risollevare l'Italia ci sono, anzi, ci sarebbero. Ma in pochi li cercano. Il numero che più spiega i precedenti è quello che dà la dimensione del partito degli evasori: dieci milioni di voti. Che non smette di crescere. In questo contesto, prima il governo Monti, poi il governo Letta, infine il governo Renzi hanno promesso una legge che incentivi il rientro dei capitali nascosti all'estero. E insieme a ciò, hanno pensato di inserire nel nostro codice penale il reato di autoriciclaggio...

  • Inchiesta del 28 aprile 2014

    La patata bollente

    di Luca Chianca

    L'Italia consuma più patate di quante ne produce ed è costretta ad importarle dall'estero. Andando nei supermercati, però, del prodotto d'importazione non c'è traccia. Le patate vendute dalla grande distribuzione sono tutte di origine italiana, ma è veramente così? Siamo andati tra i produttori italiani e quelli francesi sulle tracce delle patate e le abbiamo seguite dai coltivatori ai confezionatori e ai distributori, fino a chi le vende, e abbiamo scoperto come è facile raggirare le norme sulla tracciabilità.

  • Inchiesta del 14 aprile 2014

    La battaglia di Solferino

    di Giovanna Boursier

    Collaborazione di Cinzia Gubbini. Rcs Mediagroup - che vuol dire soprattutto Corriere della Sera, il principale quotidiano italiano - è in crisi e indebitata fino al collo. Nel 2007 aveva comprato uno dei più grandi gruppi editoriali spagnoli, Recoletos, tutto a debito e cash: un'operazione controversa, con un prezzo troppo alto, 1 miliardo e 100, e poi arriva la crisi e a fine 2012 Rcs si ritrova con 800 milioni di debiti in scadenza con le banche, capofila Intesa Sanpaolo, che di Rcs è anche azionista...

  • Inchiesta del 14 aprile 2014

    Appalti alla sbarra

    di Claudia Di Pasquale

    In Italia le carceri sono ben 206 e ospitano circa 60mila detenuti quando i posti effettivi sono poco più di 43500. Entro il prossimo 28 maggio l'Italia dovrà risolvere il problema del sovraffollamento se vuole evitare la multa della Corte europea dei diritti dell'uomo. In ballo ci sono 100 milioni di risarcimenti ai detenuti che vivono in condizioni degradanti. Intanto ecco come stanno messe le carceri e che cosa è stato fatto in questi anni per realizzare nuovi posti detentivi.

  • Inchiesta del 07 aprile 2014

    Espresso nel caffè

    di Bernardo Iovene

    Gli italiani, a loro insaputa, bevono un caffè di bassa qualità. I torrefattori fanno spesso abuso della robusta: una qualità che costa la metà di quella arabica ed ha aromi legnosi, se proviene dal Vietnam, e di terra se di origine Africana. Bernardo Iovene, insieme con gli assaggiatori autorizzati dell’Associazione europea dei caffè speciali SCAE, ha girato per alcuni bar italiani, per valutare il caffè in tazza. L’inchiesta, dunque, si allarga alle modalità errate con le quali i baristi preparano il caffè ai clienti...

  • Inchiesta del 07 aprile 2014

    L'Arena

    di Sigfrido Ranucci

    Collaborazione di Giorgio Mottola. Report tratterà anche il caso del sindaco di Verona Flavio Tosi, che ha preventivamente querelato l’autore del servizio, Sigfrido Ranucci, accusandolo di voler costruire prove false contro l’amministrazione veronese. Il sindaco Tosi aveva fatto registrare Ranucci mentre stava svolgendo il suo lavoro d’indagine in merito all’esistenza di un video compromettente per il leader della Lega Veneta. Ma come sono andate effettivamente le cose?

Rai.it

Siti Rai online: 847