Rai 3
Televideo
Ambiente

Un buco nell'acqua - del 18 dicembre 2017

di

Lunedì 21.10 Rai3
Secondo il Cnr, la scorsa estate è stata la più secca degli ultimi duecento anni. Solo un caso eccezionale? Probabilmente no. Nell’ultimo secolo la temperatura globale è cresciuta di un grado e i dati sulle precipitazioni dimostrano che le estati sono sempre più lunghe e secche. L’acqua, insomma, è diventata una risorsa scarsa: non ce ne è abbastanza per tutti. Siamo pronti ad affrontare questa emergenza?

  1. 1
  • Report Extra. Verona al buio

    Dopo l'inchiesta di Report spenti i ripetitori radiotelevisivi per ordine della magistratura. Gli ultimi sviluppi della vicenda saranno raccontati nella puntata di Report in onda su lunedì 18 dicembre alle 21.10 su Rai3.

  • Alitalia, Gubitosi a Report: “Ora chi se la compra fa un affare”. Calenda: “Per tenercela è tardi”.

    di

    Report Extra. Il ministro Delrio ieri ha annunciato: “Su Alitalia chiudiamo le trattative e vendiamo prima delle elezioni”. Il partner più accreditato a entrare è Lufthansa, almeno per la parte volo che potrebbe essere ceduta separata dall’handling, sul quale i commissari starebbero vagliando le offerte. Se si riesce a vendere è perché, dopo sei mesi di commissariamento, i conti vanno meglio, i ricavi crescono e oggi ha in cassa quasi tutto il prestito ponte di 900 milioni da restituire allo Stato.

  • Inchiesta del 11 dicembre 2017

    Il pacco, la società del futuro

    di

    Collaborazione di Lorenzo Di Pietro
    La domanda di trasferimento di merci e materiali è impazzita: trasporto via mare, via cielo, via terra. In questo enorme mercato dove produzione e consumo sono globalizzati, il giro d’affari della logistica esplode e i profitti si concentrano nelle mani di pochi.

    Dietro gli affari di Amazon, Alibaba, Dhl, Tnt-Fedex, Sda...

  • Inchiesta del 11 dicembre 2017

    F come falso

    di

    In Italia 19 milioni di persone comprano online. Ma su Amazon e Ebay, come anche sulle piattaforme cinesi Alibaba e Taobao gira una quantità incalcolabile di prodotti di marca taroccati. Come si riconoscono? Basta scegliere dei marchi noti e fare una ricerca online. Se esce un prodotto con il prezzo molto diverso da quello originale, è probabile che sia un falso.

  • Inchiesta del 11 dicembre 2017

    Taglia e ricuci

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti
    La spesa pubblica italiana è diminuita, vero o falso? È una domanda per la quale non esiste un'unica risposta. Yoram Gutgeld, da tre anni commissario alla spending review, ci informa che sono stati tagliati capitoli di spesa per 30 miliardi. I risparmi però sono stati reimpiegati in altri capitoli di spesa, dalle pensioni alla sanità e quindi il corpaccione della spesa pubblica è ancora intatto...

  • Anteprima del 11 dicembre 2017

    L'assassino è... il dna

    di

    Questa è la frase che potremmo sentire nei film polizieschi del futuro. Nei tribunali italiani sono infatti sempre di più gli imputati che chiedono la prova del dna. Se fino ad oggi è sempre stata usata solo per incastrare i colpevoli, da un po' di tempo può essere usata anche per scagionarli. Secondo alcuni studi, l'aggressività di alcune persone potrebbe dipendere infatti dal loro dna. Il mondo scientifico è molto diviso sulla validità di queste teorie...

  • Inchiesta del 04 dicembre 2017

    Venduti

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti e Greta Orsi
    La vicenda Telecom sta facendo emergere la dismissione della grande azienda italiana, perché una parte importante dell’industria del nostro paese sta andando all’estero. La francese Vivendi, con appena il 23,9%, controlla Telecom, all’Ilva di Taranto arrivano gli indiani di Mittal. Le trattative con i sindacati sono in corso ma anche i ricorsi al Tar, e c’è il rischio che salti tutto: il ministro Carlo Calenda il 29 novembre ha bloccato i tavoli.

  • Inchiesta del 04 dicembre 2017

    Il lobbista che è in noi

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi e Carla Rumor
    Cosa sappiamo realmente di cosa fanno le lobby e soprattutto di chi sono i lobbisti? Poco o nulla: l’Italia è uno dei pochi paesi in Europa a non avere una legge che regolamenti il settore. A Bruxelles, invece, dove esistono regole molto stringenti, sono registrati presso il Parlamento europeo oltre undicimila lobbisti. Ma in realtà se ne stimano più del triplo. Quanto incidono sulle decisioni politiche le lobby? Per capirlo, Report vi racconterà la vicenda della sigaretta elettronica.

  • Inchiesta del 04 dicembre 2017

    L'isola delle parità

    di

    In Italia la parità retributiva tra uomo e donna è garantita dalla legge: per le stesse mansioni, dovrebbero guadagnare la stessa cifra. Eppure, secondo l'Istat esiste nel settore privato un divario del 12% tra gli stipendi di lavoratori e lavoratrici: questo perché ci sono meno donne ai vertici delle aziende, ma anche perché, a parità di ruolo e di lavoro svolto, la donna guadagna di meno. Il problema riguarda molti paesi e in Islanda, per risolverlo, hanno inventato uno strumento matematico...

  • Anteprima del 04 dicembre 2017

    Che cavolo mangio

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti
    Caffè: dannoso per il cuore o elisir di lunga vita? Latte: previene alcune malattie o ne aumenta il rischio? E la carne, fa male oppure no? Esistono davvero cibi miracolosi per la salute, come le bacche di goji? Stando a quello che si legge su internet e che esce sui giornali e in tv, è vero tutto e il contrario di tutto quando si tratta di quel che mangiamo.

  • Inchiesta del 27 novembre 2017

    L'occupazione tedesca

    di

    collaborazione di Eva Georganopoulou
    In Europa vince la linea di austerità tedesca che ha condizionato i paesi del Sud. Da parte sua, la Germania non fa abbastanza per ridurre il suo surplus commerciale, che fin dal 2012 continua a sforare la soglia raccomandata dall'Europa. Compete abbassando il costo del lavoro e riversando le sue merci a basso prezzo su tutto il continente. Scelte che separano anziché unire, che fanno deperire l’occupazione e la produzione degli altri paesi, che spengono le speranze di una Europa unita.

  • Inchiesta del 27 novembre 2017

    State uniti

    di

    Collaborazione di Andrea De Marco e Filippo Proietti
    Un’inchiesta in forma di simulazione: siamo gli Stati Uniti d’Europa. Un governo federale con un ministro degli esteri, un sistema di difesa unico, una sola politica fiscale e regole comuni su lavoro, previdenza e formazione. Un’area con un mercato unico dell’energia, con un euro che non genera più condizioni sfavorevoli per alcuni paesi e favorevoli per altri, una politica industriale e un sistema di ricerca di scala continentale. Quale sarebbe l’impatto sulla crescita e l’occupazione?

  • Inchiesta del 20 novembre 2017

    Un mare di ipocrisia

    di

    Collaborazione di Simona Peluso e Ilaria Proietti
    La rotta migratoria del Mediterraneo centrale dalla Libia verso l'Italia rappresenta l'80% dei flussi migratori dal Nord Africa verso l'Europa. Dal 2011 a oggi in Italia sono sbarcati oltre 700.000 migranti; quest'estate i flussi sono drasticamente crollati, per poi riprendere in questi giorni. Cosa è accaduto in Libia? Quali sono le politiche adottate dall'Europa e dall'Italia per gestire i flussi migratori e contrastare il traffico di esseri umani?
    Extra: Questa estate mentre crollavano gli sbarchi dalla Libia si riapriva la rotta tunisina

    All'interno: Il salvataggio di Francesca Ronchin

  • Com'è andata a finire del 20 novembre 2017

    La frazione di Prosecco

    di

    Ritorniamo sul prosecco, il vino spumante più venduto nel mondo. Gli ettari coltivati a prosecco sono arrivati a 30.000, erano circa 10.000 nel 2009. Ormai si parla di monocoltura, ma il rovescio di questo successo sono colture intensive a ridosso di case, scuole e impianti sportivi che nel periodo dei trattamenti con i pesticidi creano problemi agli abitanti delle zone in provincia di Treviso. A un anno dall’inchiesta sul vino e sulla frazione di Prosecco in provincia di Trieste andiamo a vedere quali sono le novità...

  • Inchiesta del 12 novembre 2017

    In cerca del paradiso

    di

    Collaborazione di Alessia Pelagaggi e Carla Rumor
    Quest’anno la squadra di Report entra per la prima volta come partner in ICIJ, il consorzio internazionale di giornalisti investigativi che da 20 anni si occupa di inchieste internazionali. Ora anche noi vi raccontiamo il nuovo scandalo offshore, i Paradise Papers, e capiremo come i ricchi fanno girare i soldi lontano da occhi indiscreti. - Nuovo aggiornamento del webdoc esclusivo

  • Inchiesta del 12 novembre 2017

    Un italiano a Panama

    di

    Collaborazione di Norma Ferrara
    Siamo entrati in possesso, in esclusiva, del database di un famoso studio legale di Panama. Si tratta dell’elenco dei clienti dell’avvocato italo-panamense Giovanni Caporaso. All’interno abbiamo trovato centinaia di italiani: alcuni sono piccoli e medi imprenditori, altri sono parenti di personaggi noti in Italia e altri ancora sono persone con precedenti penali, anche per mafia.

  • Anteprima del 13 novembre 2017

    L'organizzazione

    Di Andrea Sceresini e Giuseppe Borello
    Due giornalisti si sono infiltrati con la telecamera nascosta nella "più grande chiesa del pianeta", sono stati interrogati con la macchina della verità e hanno dovuto confessare i dettagli più intimi della loro vita privata. Una volta arruolati, hanno dovuto lavorare fino a 13 ore al giorno, per un potenziale stipendio di circa 200 euro al mese.

  • Inchiesta del 06 novembre 2017

    Senior vs junior

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi e Alessia Cerantola
    Pianificare da giovani, pensare per tempo a come ci potremo mantenere quando saremo anziani, ogni paese si prepara a proprio modo. In America molti senior vendono la casa e si trasferiscono in Florida, ci sono intere comunità esclusivamente per gli over 55, vietate ai bambini e con strutture attrezzate per chi ha problemi. In Giappone si sperimentano comunità aperte, finanziate da tutti con l’assicurazione obbligatoria e al posto dei badanti usano i robot. E in Italia?

  • Inchiesta del 06 novembre 2017

    La scatola nera

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi e Silvia Scognamiglio
    Avete mai avuto l’impressione, facendo acquisti online, che il prezzo del prodotto che state guardando continui a cambiare un po’ troppo spesso? E quel viaggio che volete prenotare, com’è che sul vostro monitor compare tutt’altra cifra rispetto a quella che risulta, per lo stesso viaggio, al vostro amico sul suo smartphone? Non sarà che ci stanno creando intorno una gabbia di prezzi personalizzati perché, a forza di tracciare le nostre abitudini, hanno capito quanto ciascuno di noi può spendere?

  • Inchiesta del 06 novembre 2017

    Che polli!

    di

    Mentre sugli scaffali dei supermercati le uova scarseggiano e i prezzi subiscono un rincaro del 20%, negli allevamenti di mezza Europa continuano le operazioni necessarie a decontaminare i capannoni dal Fipronil, l'antiparassitario usato contro le pulci di cani e gatti ma vietato se gli animali sono destinati alla catena alimentare. Siamo andati sulle tracce di Mister Fipronil, che con il suo Dega16 ha contaminato milioni di uova...

  • In bocca al lupo Milena

    La tua squadra ti ringrazia e prende un impegno, che il tuo Report, finché ci saremo noi, sarà un presidio di informazione indipendente al servizio del pubblico. In una Rai e in una rete dove siamo stati e ci sentiamo ancora oggi liberi. Non so quello che deciderai di fare, qualsiasi cosa sia ti mandiamo il nostro grande in bocca al lupo.

  • Inchiesta del 30 ottobre 2017

    Il patrimonio

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi e Carla Rumor
    Siamo in piena corsa all’“oro genetico”: il nostro dna. È in atto una rivoluzione nella medicina e nella scienza che avrà un enorme impatto sulla nostra vita. L’obiettivo è sconfiggere malattie che consideravamo incurabili e salvare milioni di vite. Ma il dna è uscito dai laboratori ed entrato nelle stanze della finanza, diventando un patrimonio conteso dai principali gruppi multinazionali che si sono lanciati a capofitto nel business.

  • Inchiesta del 30 ottobre 2017

    Che spiga!

    di

    Collaborazione di Michela Mancini
    Ammettiamolo, quando è ora di pranzo non c’è niente come una bella amatriciana, una carbonara o una tagliatella al ragù. Ma da dove viene il grano con cui è fatto il nostro piatto di pasta? Siamo andati a vedere in Canada, che è il primo produttore mondiale di grano duro e il paese da cui l’Italia importa ogni anno un milione di tonnellate. Lì le spighe sono coltivate con largo uso di glifosato, il diserbante più diffuso al mondo. Il glifosato, secondo lo Iarc, è un probabile cancerogeno.

  • Inchiesta del 23 ottobre 2017

    Socialmente umiliati

    di

    Lavorano “a nero” nei comuni da 22 anni. Dovevano essere di supporto, invece il blocco del turn over li ha resi indispensabili, si tratta dei lavoratori “socialmente utili”. Non hanno contributi perché percepiscono un sussidio dal ministero del Lavoro e una piccola integrazione dagli enti, anche quella priva di contributi previdenziali. All’Inps trasecolano! Non lo sapevano e manderanno un’ispezione in tutti i comuni che li utilizzano... Lavorano “a nero” per lo Stato e non sono i soli...

  • Inchiesta del 23 ottobre 2017

    Cioccolato amaro

    di

    Collaborazione di Michela Mancini e Simona Peluso
    Il cioccolato è così: una voglia improvvisa e non si può fare a meno di scartare la stagnola, scrocchiarlo e lasciarlo sciogliere in bocca. A soddisfare il nostro impulso ci pensa un settore industriale che nel mondo fattura ogni anno più di 100mld di dollari. Si dividono il mercato una decina di multinazionali. Il prezzo del cacao, l'ingrediente primario, è stabilito nelle borse di Londra e New York attraverso strumenti finanziari trattati non solo dai produttori ma anche da fondi speculativi...

  • Anteprima del 23 ottobre 2017

    Per un soffio

    di

    Abbiamo mangiato e bevuto, è ora di tornare a casa, ci si mette al volante e dietro l’angolo… ecco la pattuglia che alza la paletta. A questo punto il nostro futuro prossimo (con o senza patente, con o senza ripetuti esami delle urine e del sangue e ammende fino a seimila euro…) dipende solo da lui: l’etilometro. Rileva la concentrazione di alcol nell’aria espirata e fa i suoi calcoli per arrivare a dire quanto ne sta scorrendo nelle vene. Ma siamo sicuri che questi calcoli siano sempre da prendere per oro colato?

  • Inchiesta del 05 giugno 2017

    Chiare, fresche e dolci acque

    di

    Collaborazione di Michela Mancini
    Sgorgano in aree incontaminate, vengono imbottigliate direttamente alla sorgente e sono batteriologicamente pure. Quello delle acque minerali è un mercato in crescita. Siamo il paese, in Europa, che consuma più acqua minerale imbottigliata: oltre 12 miliardi di litri l'anno, con un fatturato di tre miliardi e mezzo di euro. Ma quali sono le normative che regolano questo settore? E quali sono le differenze con l'acqua potabile?
    I risultati delle analisi su 32 campioni di acqua minerale - Il vademecum

  • Inchiesta del 05 giugno 2017

    Crack atomico

    di

    Collaborazione di Simona Peluso e Ilaria Proietti
    English text included - Quanto sono sicure le centrali nucleari europee? La bancarotta della francese Areva, società pubblica produttrice di reattori, è stata evitata solo grazie all'intervento del governo, mentre non ce l’ha fatta l’americana Westinghouse, nome storico nell’industria del nucleare. Una crisi che colpisce l’intero settore e rischia di ripercuotersi sulla sicurezza. Siamo andati a vedere lo stato dei reattori...

  • Inchiesta del 05 giugno 2017

    La nuova via della seta

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi
    Dicembre 2011, a Duisburg in Germania arriva il primo treno merci diretto dalla Cina: oltre diecimila chilometri in tredici giorni, tre volte più veloce della nave. È l’inizio della “nuova via della seta”, che il presidente Xi Jinping definisce “il progetto del secolo”. Ferrovie, porti, strade, poli logistici, zone economiche speciali: sono solo alcuni degli investimenti che la Cina vorrebbe realizzare in oltre sessanta paesi e per i quali ha già sborsato oltre cinquanta miliardi di dollari.

  • Inchiesta del 05 giugno 2017

    Bari jungle brothers

    di

    La coda dell'ultima puntata è dedicata ad un dirigente dell’antimafia della regione Puglia che ad un certo punto ha avuto una visione, ha vinto la sua scommessa e ha trasformato l’emarginazione in una grande risorsa.

  • Inchiesta del 29 maggio 2017

    Poste futuro certo

    di

    Collaborazione di Carla Rumor
    Che cos’è Poste Italiane? Qual è il suo futuro? Domande semplici con le quali l’inchiesta di Alberto Nerazzini penetra un mondo complesso, ad altissima densità finanziaria, dove tutto, in fondo, può accadere. E sono domande necessarie, visto che in ballo ci sono ben 498 miliardi dei risparmiatori italiani. L’ultimo bottino che fa gola a tanti.

  • Onore al merito del 29 maggio 2017

    In viaggio con papà

    di

    Cosa c’entra l’ex ragioniere dello Stato Andrea Monorchio con il sistema di malaffare su cui si indaga negli appalti della Salerno-Reggio Calabria? Tra gli arrestati c’è anche suo figlio, l’ing. Giandomenico Monorchio. Proprio a lui la Salini-Impregilo, vincitrice della gara, aveva affidato il compito di controllare l’esecuzione dei lavori e ora Monorchio jr è accusato di aver creato una società parallela che prendeva commesse dalle stesse ditte che doveva controllare.

  • Inchiesta del 29 maggio 2017

    Truffatori, compositori, capitani

    di

    Per mettere in crisi una delle più solide e antiche banche d’Europa possono bastare pochi ingredienti: una fiduciaria che porta lo stesso nome, un manager italo-francese dotato di grande inventiva e non altrettanti scrupoli, una costellazione di società off-shore create a tavolino.

  • Inchiesta del 22 maggio 2017

    Sorvegliati speciali

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi
    I dati sono il petrolio della nostra era, moltiplicano i profitti delle aziende che li possiedono e tutti ne sono alla ricerca. Le applicazioni sono gratis, l’uso dei social è gratis solo perché il prodotto siamo diventati noi, con le nostre informazioni personali che lasciamo in giro sul web, nei profili social e mentre usiamo i nostri smartphone. Le compagnie che si occupano di dati sono in grado di elaborare un profilo psicologico di qualunque utente e adoperarlo per qualsiasi prodotto.Il mini-sito: chi e quanto ci profila?

  • Inchiesta del 22 maggio 2017

    Voglio piangere

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi
    Tutti i file sequestrati e la richiesta di pagare 300 dollari per il riscatto. È il ricatto subìto da oltre 370.000 tra enti pubblici, aziende e privati di 150 paesi i cui computer sono stati infettati nei giorni scorsi dal ransomware WannaCry, sfruttando e una vulnerabilità di Windows che era stata già scoperta dalla Nsa, la National Security Agency statunitense, e che le era stata “soffiata” e messa all’asta sul mercato nero online.

  • Inchiesta del 22 maggio 2017

    In alto mare

    di

    Report torna a occuparsi del Mose che sta per "Modulo sperimentale elettromeccanico", ovvero il sistema di 79 paratoie mobili sommerse che in caso di acqua alta eccezionale dovrebbero sollevarsi per proteggere Venezia. Quando lo finiscono? E funzionerà? Come stanno andando le cose, a tre anni dall'indagine della Procura di Venezia che nel 2014 scoperchiò un sistema di corruzione, travolgendo controllori, controllati, politica locale e nazionale?

  • Inchiesta del 15 maggio 2017

    La grande scommessa

    di

    Collaborazione di Andrea De Marco e Filippo Proietti
    English text included - Che idea ci faremmo di un individuo che ci tiene a vestirsi bene ma che ha i calzini bucati? Non è molto diverso il rapporto tra il centro delle città e le sue periferie luogo di scontri e di sfogo delle intolleranze. Ci sarebbero ancora se si migliorasse la qualità della loro vita? La scommessa è quella di abbattere le differenze introducendo nuove attività economiche avanzate. Report ha modulato una simulazione di un progetto di rigenerazione su scala nazionale, prendendo esempi positivi da varie parti del mondo.

  • Com'è andata a finire del 15 maggio 2017

    L'Intesa

    di

    Collaborazione di Greta Orsi e Carla Rumor
    Seguiamo Alitalia dal 2008 e ci torniamo adesso: sembra di essere da capo. Alitalia è di nuovo insolvente, ripartono le trattative con sindacati e governo, gli esuberi sarebbero 1.700, e i lavoratori votano contro. L’azienda è di nuovo in amministrazione straordinaria. Il governo ha nominato altri tre commissari: Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari. Mentre la vecchia procedura è ancora aperta.

  • Inchiesta del 08 maggio 2017

    Il silenzio degli insolventi

    di

    Collaborazione di Cataldo Ciccolella
    Per anni le nostre banche hanno prestato soldi in modo facile, spesso agli amici degli amici. Ora hanno in tasca circa 200 miliardi di crediti malati e recuperarli sarà difficile. La Bce chiede di disfarsene al più presto, ma così si rischia di svenderli ai fondi d’investimento stranieri invece che limitare i danni gestendoli in casa, come raccomanda Banca d’Italia. È a rischio l’intero sistema Italia... | All'interno: la lista delle banche con più crediti malati, pubblicata da Fabio Pavesi sul Sole 24 Ore, che ringraziamo

  • Inchiesta del 08 maggio 2017

    Parchi in gioco

    di

    Dal Gargano alle Cinque Terre passando per il Delta del Po, il Vesuvio e l'isola d'Elba. Un’inchiesta nell’Italia dei parchi nazionali tra gare di motociclette, abusivismo edilizio e milioni di euro che non si riescono a spendere. Ma per fortuna abbiamo anche esempi positivi dove la buona amministrazione riesce a far convivere una comunità con la natura, autofinanziarsi grazie al turismo e addirittura decuplicare le proprie entrate. E si scopre che i più piccoli sono i più forti.

  • Inchiesta del 24 aprile 2017

    Scandalo al sole

    di

    Collaborazione di Carla Rumor
    Il Sole 24 Ore è in crisi da anni e adesso perde 90 milioni di euro. Per risanarlo Confindustria deve fare senza indugio l'aumento di capitale, ma anche l’associazione degli industriali non naviga in buone acque, e non è detto che riesca a mantenere la sua quota del 67%. La procura di Milano sta indagando per falso in bilancio l’ex amministratore delegato Donatella Treu, l’ex presidente Benito Benedini e anche l’ex direttore, Roberto Napoletano, come amministratore di fatto.

  • Inchiesta del 24 aprile 2017

    Food influencer

    di

    Nel 2006 Sonia Peronaci e suo marito fondano Giallo Zafferano, è un sito dove pubblicano ricette. Nel 2016 è letto da sei milioni e mezzo di utenti unici al mese e viene incorporato dalla Mondadori, dove pubblicano ormai 9000 food blogger. Sonia invece è diventata un personaggio e ha aperto la strada a un fenomeno: gli influencer. Oggi l’influencer più seguita è Chiara Maci, ha un milione di follower, numerose grandi aziende investono sui suoi social...

  • Inchiesta del 17 aprile 2017

    Che spettacolo!

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti
    Un miliardo e duecento milioni: è il contributo di cui ha beneficiato l’industria cinematografica italiana negli ultimi cinque anni, più di tanti altri settori a cui è precluso l’aiuto di Stato. Con i soldi del contribuente è discutibile salvare una banca, secondo l’Unione Europea, ma sovvenzionare il cinema si può: è una questione di identità culturale. Che film abbiamo finanziato per il loro interesse culturale?

  • Inchiesta del 10 aprile 2017

    Un aereo per il presidente

    di

    Collaborazione di Alessia Marzi
    English text included - Report sulle tracce della tangente descritta come la più grande al mondo. Parliamo del miliardo di dollari che sarebbero stati pagati da Eni per l'acquisto di un blocco petrolifero in Nigeria. Soldi che non sarebbero andati nelle tasche dei cittadini nigeriani, ma nella disponibilità dell’ex ministro del petrolio Dan Etete. Seguendo la pista del denaro ci siamo ritrovati a Londra, Ginevra, Lugano, New York, Washington e a Pointe-Noire in Congo-Brazzaville, dove i nostri inviati sono stati arrestati...

  • Inchiesta del 10 aprile 2017

    L'Unità immobiliare

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti
    Salvare un grande giornale di partito dal crac serve a garantire il pluralismo o piuttosto a gonfiare il portafoglio dei privati accorsi al capezzale? Nel 2014 L'Unità è sull'orlo del fallimento. Le rotative si fermano e il quotidiano non va in edicola per alcuni mesi. Il salvataggio avviene all'inizio del 2015. Il nuovo socio finanziatore è il costruttore milanese Massimo Pessina. Come sono cambiate le sorti della Pessina Costruzioni da quando i suoi proprietari sono diventati soci del Pd?

  • Inchiesta del 10 aprile 2017

    La cruna dell'ago

    di

    Collaborazione di Greta Orsi
    È mai possibile che nelle sale operatorie degli ospedali entrino dei dispositivi medici non a norma? Si tratta di dispositivi medici invasivi. L'inchiesta di Report racconterà come attraverso trucchi è possibile aggirare i controlli e ottenere la certificazione europea. Scopriremo anche che sono avvenuti incidenti in sala operatoria che non sono stati segnalati dai medici.

  • Inchiesta del 03 aprile 2017

    Dio Coca-Cola

    di

    Collaborazione di Valeria Fraschetti, Michela Mancini e Silvia Scognamiglio
    English text included - La Coca Cola è la più venduta al mondo: circa due miliardi di bottiglie al giorno, cinquecento marchi distribuiti in duecento paesi. Per capire come è diventata la numero uno abbiamo fatto un viaggio negli Stati Uniti, nella sede storica di Atlanta, dove c’è la cassaforte che conserva la sua formula magica, il primo segreto del suo successo.
    All'interno: le analisi commissionate da Report sui campioni di bevante zuccherate

  • Inchiesta del 03 aprile 2017

    Biberon a tutto gas

    di

    Collaborazione di Michela Mancini
    Cinquecentomila neonati italiani ogni anno succhiano, direttamente dai biberon dell'ospedale, residui di ossido di etilene, un gas cancerogeno secondo l'Oms. Oltre un anno fa, la direzione prevenzione sanitaria del ministero della Salute aveva raccomandato di non utilizzarli se non in casi particolari, ma alle Asl italiane non è stato comunicato e nel frattempo gli appalti sono andati avanti.

  • Inchiesta del 27 marzo 2017

    Sotto le stelle

    di

    Collaborazione di Carla Falzone e Ilaria Proietti
    Una stella Michelin cambia la vita a un ristorante e allo chef, ma anche le forchette del Gambero Rosso e i cappelli dell’Espresso possono fare la fortuna di un cuoco, che da quel momento ha la possibilità di partecipare a trasmissioni televisive, eventi culinari nazionali e internazionali, avere sponsor, diventare consulente, docente e fondare scuole. Ma agguantare stelle, cappelli e forchette ha un prezzo. Qual è?

  • Inchiesta del 27 marzo 2017

    Ricercatori e ricercati

    di

    Collaborazione di Ilaria Proietti e Cataldo Ciccolella
    Il Consiglio Nazionale delle Ricerche gestisce un budget di circa un miliardo e duecento milioni di euro. Ma come lo fa? Una parte dei soldi della ricerca sono stati spesi in gonfiabili, ortaggi, vino, tappeti orientali. Dalle carte di un audit interno del Cnr di cui Report è venuto in possesso, emergono convegni contabilizzati più volte, richiesta di finanziamenti con firme false e progetti di ricerca inesistenti.

  • 20 anni di Milena

    Gli ultimi aggiornamenti, l'appello ad andare a votare al referendum costituzionale, e il saluto di tutta la squadra di Report a Milena Gabanelli, che come annunciato a ottobre lascia la conduzione. Il programma torna in onda sotto Pasqua, "questa volta però - dice Milena - la croce la porterà Sigfrido Ranucci".

Rai.it

Siti Rai online: 847