Rai 3
Televideo

Puntata del 24/04/2005

CAMPIONI D'ITALIA - aggiornamento del 26 maggio 2000

in onda il 24.04.05

di - Società

Inchiesta: Com'è andata a finire
Autori: Bernardo Iovene
Argomenti: Società
Stagioni: 2005



MILENA GABANELLI IN STUDIO
E adesso torniamo su luogo del delitto. Era il 2000 e scoprivamo Campione d'Italia.

Maggio 2000

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Campione d'Italia è un paese italiano in territorio svizzero, si passa la frontiera di Como , e, dopo un quarto d'ora di autostrada svizzera, siamo a Campione.Ogni giorno migliaia di italiani percorrono questa strada per andare a giocare al casinò.Qui la moneta corrente è il franco svizzero, i telefoni sono svizzeri, l'elettricità, invece viene direttamente dall'Italia, da questa montagna, mentre le targhe, comprese quelle dei vigili urbani, sono del Canton Ticino, sempre Svizzera.

DOMENICO DE CEGLIE - Direzione giochi Casinò di Campione
A Campione benissimo, eh.. è l'anticamera del paradiso, si sta benissimo.

DONNA 1
Paese come questo non esiste al mondo.

DONNA 2
Il casinò porta soldi.

DONNA 3
E stiamo tutti bene non c'è nessuno che sta male.

DONNA 4
Abbiamo addirittura parcheggiatore che prende 120 milioni al mese.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
I nostri governi non hanno mai trascurato la particolarità di Campione, anzi, ogni tre anni attraverso decreti viene stabilito un tasso di cambio agevolato che è 5 volte inferiore di quello ufficiale, il risultato è che gli stipendi e le pensioni arrivano in media sotto i dieci milioni di lire.

DONNA 5
Quindici milioni. Ce la mettete questa almeno qualcuno farà: ma quella è una bandita. Ognuno si prende bene tutti qua e non solo dicono la verità. Io non prendo niente.

AUTORE
Suo marito quanto prende?

DONNA 5
Non posso dirlo.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Questi stipendi d'oro sono calcolati in base alla differenza del costo della vita tra la l'Italia e la Svizzera e tra la Svizzera e Campione.

MAURIZIO TUMBIOLO - comandante Polizia municipale
Le faccio solo l'esempio del pane che costa quasi il 600 per cento più che a Lugano.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Noi abbiamo fatto delle verifiche, quanto costa il pane a Campione?

AUTORE
Quanto costa il pane a Campione?

PANETTIERA
½ kilo 2 franchi e 60.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
2 franchi e 60 sono esattamente 3.150 lire per mezzo chilo di pane. Se andiamo in una qualsiasi città del centro nord, come vedete il pane costa anche di più. Abbiamo trovato yougurt a mille, mille e 200 lire, come in Italia, il latte a 2 mila lire al litro, come in Italia, 6 mele a 3 mila e 600 lire, come in Italia. Anche il vino costa come in Italia, the e biscotti, invece costano meno, per non parlare dell'elettronica e della benzina che costa 350 lire in meno al litro. A Campione l'assistenza sanitaria è garantita da una società svizzera che costa alla Regione Lombardia 14 miliardi di lire all'anno, che limita la scelta a solo 2 medici di famiglia, di cui uno è il sindaco. Normalmente le cariche sono incompatibili.

ROBERTO SALMOIRAGHI - Sindaco di Campione
Comunque la magistratura si è sempre espressa in modo molto chiaro, che la professione del sindaco medico in questo caso non è incompatibile, proprio perché non siamo dipendenti in buona sostanza, ecco.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
In effetti gli unici 2 medici, quindi, fatturano le loro prestazioni, tra cui anche le normali prescrizioni, alla società svizzera e con questo meccanismo, pare, che il sindaco medico, che ha la maggior parte dei pazienti, con la semplice attività di medico di base, guadagni più di un miliardo di lire all'anno. Chi paga è la regione Lombardia.

FELICE BESOSTRI - senatore
Penso che non c'è neanche il più grande primario del più grande ospedale italiano, ma dico anche europeo, che riceve questo compenso per fare il medico di base.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Dopo il polverone che suscitò la nostra trasmissione il cambio agevolato passò da 250 lire a 842. Solo che gli stipendi e le pensioni d'oro sono rimasti uguali perché è cambiato il meccanismo di pagamento delle tasse. Come dire, fatta la legge trovato l'inganno. Ma in 5 anni di cose ne sono successe e Bernardo Iovene è ritornato a Campione

Aprile 2005

AUTORE
Da quattro o cinque anni a questa parte la situazione è rimasta uguale?

UOMO 1
Per conto mio sì.

AUTORE
Lei lavorava al casinò?

UOMO 1
Sì.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Non è cambiato nulla, proprio nulla.

AUTORE
Quanto si prende qui di pensione?

UOMO 1
E una questione privata, non si può dire.

AUTORE
Tutti gli impiegati del Casinò prendono la stessa cifra?

UOMO 1
E una cifra che non la posso dire.

AUTORE
Più o meno arriva a quanto?

UOMO 2
Questo non glielo dico.

DONNA 1
Non vi vergognate e andate fuori dalle balle da qua.

AUTORE
Lei chi è scusi?

DONNA 1
Sono io, sono io.

UOMO 3
Non vogliamo essere fotografati né rispondere alle delle domande.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Al distretto di Campione non c'è più nulla. Solo uffici amministrativi.

AUTORE
Ma lei quando deve andare dal medico specialistico dove va?

UOMO 1
Io vado a Lugano.

DONNA 1
Mi manda il dottore mio qua. Se mi dice vai a Lugano dal tot, vado. Perché?

AUTORE
Chi è il suo dottore?

DONNA 1
Perché?

AUTORE
Così, ho chiesto. Non si può dire chi è il suo dottore?

DONNA 1
No, per il momento no.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Il distretto di medicina generale ha chiuso. I due unici medici, di cui come sappiamo uno è il sindaco, hanno aumentato i guadagni e portano a casa quasi 3 miliardi di vecchie lire. La Regione Lombardia da un anno ha deciso di non pagare più, e allora chi paga?

FRANCESCO TOLOTTI - deputato
Paga in quota, per una certa quota il comune di Campione d'Italia e per l'altra quota paga lo Stato italiano.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
L'onorevole Tolotti ha fatto l'ennesima interrogazione sulla chiusura dei servizi del distretto e sul fatto, stranissimo ma vero, che i medici presentano le fatture senza documentare le visite avvenute, si paga sulla fiducia e l'onestà del medico.

AUTORE
Cioè lei va tutti i giorni dal medico?

DONNA 1
Sì, per la pressione.. se posso tutti i giorni..

AUTORE
Lei va dal medico a misurare la pressione, non va in farmacia?

DONNA 1
Dal medico, perché dovrei andare in farmacia.

AUTORE
Ma chi è il suo medico, signora?

DONNA 1
Glielo dico la prossima volta.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
La signora forse non lo sa, ma ogni volta che va a misurare la pressione, anche se la visita non è documentata, il medico emette una bella fattura alla società elvetica che gli permette di guadagnare 20 volte in più di un povero medico italiano.

AUTORE
Cioè lei va tutti i giorni dal medico?

DONNA 1
Sì, per la pressione.. se posso tutti i giorni..

AUTORE
Lei va dal medico a misurare la pressione, non va in farmacia?

DONNA 1
Dal medico, perché dovrei andare in farmacia.

AUTORE
Ma chi è il suo medico, signora?

DONNA 1
Glielo dico la prossima volta.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
La signora forse non lo sa, ma ogni volta che va a misurare la pressione, anche se la visita non è documentata, il medico emette una bella fattura alla società elvetica che gli permette di guadagnare 20 volte in più di un povero medico italiano.

FRANCESCO TOLOTTI - deputato
La posizione del sindaco che è di fatto, o che si comporta di fatto, come il padre padrone anche del casinò e che fra l'altro, ricollegandoci a quello che dicevamo prima, è anche operatore sanitario sul territorio campionese, alimenti una qualche possibile ipotesi di conflitto d'interessi.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
A Campione girano tanti soldi perché c'è il Casinò. Questi soldi dovrebbero essere ripartiti tra Ministero dell'Interno, Comune di Campione e province di Como e Lecco. Solo che il comune ha sempre esercitato poteri e controllo. Nel 2002, il medico, nonché sindaco è stato anche amministratore delegato del casinò, il consigliere Tolle, in quota Forza Italia dice che nel Cda comandava una sola persona, per questo si dimise.

MARCO DI TOLLE - avvocato
Sì, comandava solamente una persona l'amministrazione delegato dell'epoca era poi anche il vice sindaco del comune e sostanzialmente la persona più popolare, più forte, è sostanzialmente il padrone del paese…

AUTORE
Salmoiraghi?

MARCO DI TOLLE - avvocato
Sì, Salmoiraghi. Noi in consiglio di amministrazione eravamo sostanzialmente esautorati dal..

AUTORE
Cioè non contavate nulla?

MARCO DI TOLLE - avvocato
No, non contavamo nulla.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Dal casinò di Venezia, arrivò un nuovo direttore generale, chiamato direttamente dal dottor Salmoiraghi, ma ben presto anche con lui cominciarono i conflitti.

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Costituiva una struttura parallela che andava a prendere che andava a prendere ordini in ambulatorio. Una struttura parallela.

AUTORE
Cioè nell'ambulatorio del sindaco?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
E certo, e certo.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Una delle cose più gravi, per un casinò è l'assenza di controllo.

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Lei deve tener presente che c'era un tipo di gestione soprattutto un'assenza di controlli che avrebbe permesso a chiunque di fare qualunque cosa. Ecco, mettiamola così.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Tradotto vuol dire vincite gonfiate.

MARCO DI TOLLE - avvocato
La resa era sostanzialmente a favore talora del giocatore, diventava una specie di bancomat invece che una slot machine.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
E poi c'era una persona che arrivava e chiedeva di giocare sempre alle stesse due roulettes e vinceva cifre altissime, le roulettes in gergo si chiamano cilindri, il direttore generale si insospettì.

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sono state trovate mal funzionanti.

AUTORE
Da chi erano stati acquistati questi cilindri?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Questi erano stati acquistati dall'amministratore delegato direttamente assieme all'ex direttore Cionchi a Parigi, un paio ne erano stati acquistati.

AUTORE
Cioè dal Salmoiraghi?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sì da Salmoiraghi.

AUTORE
Senta quanto perdevano queste due roulettes?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
In un paio di mesi hanno perso centinaia e centinaia di migliaia di franchi svizzeri.

AUTORE
Lei però si è accorto perché c'era una persona che veniva e che vinceva sempre a questi due cilindri?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Certo è stato un elemento di allarme.

AUTORE
Li ha fatti periziare e che cosa…

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Che non erano perfettamente funzionati.

AUTORE
Cioè?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Avevano.. non erano collegati, mancavano dei perni, insomma…

AUTORE
Cioè pendevano sempre da una stessa parte, si può dire?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sì, si può dire.

AUTORE
Per cui era facile vincere?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Era alterato l'esito imparziale..

AUTORE
E c'era una persona in particolare che veniva e vinceva? Ci può dire chi era questa persona? Chi l'aveva introdotta?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
No, non posso dirle altro…

AUTORE
Quando lei ha tolto questi due cilindri di roulette, questa persona è venuta più?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
No.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Il direttore generale, poi instaurò un sistema di controllo incrociato efficace tanto da ottenere la certificazione iso 2000.

AUTORE
Andato via lei continuano questi controlli?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Le notizie in mio possesso dicono il contrario. Sono stati rimossi tutti i lavoratori, persone di fiducia che presidiavano questi servizi.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Altro problema erano le spese di marketing dell'amministratore delegato.

MARCO DI TOLLE - avvocato
Su quelle voci di bilancio, dove lui per esempio, il marketing della casa da gioco aveva la libertà di azione, al consiglio d'amministrazione non doveva poi essere dato alcun tipo di riscontro o comunque il consiglio di amministrazione non aveva altro da dire se non avallare quello che era stato fatto.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
A un certo punto a Campione giravano gli estratti conto della carta di credito dell'amministratore delegato. A noi ne sono arrivate cinque copie. Da cui risultano..

ALFIO BALSAMO - consigliere comunale
Acquisto di gioielli, viaggi in tutte le parti del mondo, frequentazione di locali che nulla hanno a che fare con l'attività specifica di amministratore delegato di una casa da gioco, insomma. Acquisto anche di biancheria intima da donna.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Sulle carte di credito c'è stata un'indagine giudiziaria poi archiviata. Nei casinò, comunque, si usa regalare gioielli a chi perde.

MARCO DI TOLLE - avvocato
Non lo so. Comunque questi acquisti che erano stati fatti con le carte di credito del dottor Salmoiraghi, che non si sa a chi andassero queste cose. Cioè è possibile che lui le abbia acquistate per fare omaggio a grandi giocatori, ma il consiglio di amministrazione non sapeva e non sa che uso ne è stato fatto.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Se aumentano le spese del casinò a perdere soldi sono le province di Como e Lecco.

AMBROGIO SALA - consigliere di amministrazione casinò provincia di Lecco
Siamo passati dai quattro milioni e cento del 2002 al 2 di dicembre di quest'anno 900 e 36 mila euro.

AUTORE
Cioè i soldi che arrivano al casinò calano sempre più?

AMBROGIO SALA - consigliere di amministrazione casinò provincia di Lecco
Calano sempre di più.

ALESSANDRO COLOMBO - assessore al bilancio provincia di Como
Fino a un paio di anni fa abbiamo introitato una somma che era vicina ai 9 milioni di euro.

AUTORE
Cioè dai 9 milioni di due anni fa siamo scesi a 3 milioni di euro?

ALESSANDRO COLOMBO - assessore al bilancio provincia di Como
Esatto.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Il comune non perde nulla perché riceve una quota fissa e nei costi di gestione ci sono i famosi stipendi sempre più d'oro. Nel 2004 i lavoratori del casinò hanno avuto 5500 franchi svizzeri una tantum. 3500 euro.

AUTORE
Senta una tantum ai dipendenti del casinò..

ALESSANDRO COLOMBO - assessore al bilancio provincia di Como
Una tantum per il 2004 e in più per il 2005 un incremento in busta paga per 300 franchi svizzeri..

AUTORE
A testa al mese?

ALESSANDRO COLOMBO - assessore al bilancio provincia di Como
E 250 dal primo gennaio 2006.

AUTORE
C'è questa tendenza?

ALESSANDRO COLOMBO - assessore al bilancio provincia di Como
C'è una tendenza a mantenerli a Campione. Evidentemente anche dal un punto di vista elettorale questa politica ha certamente pagato.

AUTORE
Lei di che partito è?

ALESSANDRO COLOMBO - assessore al bilancio provincia di Como
Io di Forza Italia.

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sono state fatte 100 e tante assunzioni che per carità..

AUTORE
Chi faceva queste assunzioni?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sempre l'amministrazione delegato per esplicita delega.

AUTORE
Ho capito ma come vengono assunte le persone, attraverso concorso?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
No, si facevano alcune selezioni, formazione e selezioni per quelli di gioco, poi per il resto venivano assunti per chiamata.

AUTORE
Per chiamata nominativa?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sì, sì.

AUTORE
Ed era l'amministratore delegato che poteva farlo, senza concorso, senza niente?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sì, senza niente.

AUTORE
Per cui è direttamente il dott. Salmoiraghi che ha assunto 90 persone?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Certo, tutte le lettere di assunzione firmate.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Con le dimissioni dei consiglieri cadde il consiglio di amministrazione del casinò e cadde anche la giunta comunale, il dottor Salmoiraghi si ripresenta per la terza volta come sindaco, contro ha uno schieramento compatto, unico in Italia che va dal Movimento sociale ai Democratici di sinistra a Forza Italia. Ma viene comunque rieletto.

DOMENICO PELLEGRINO - consigliere comunale
Questo signore capace ha in mano tutto. E perché ha in mano tutto? Perché il campionesse o lavora al casinò o lavora al comune e la via di entrata è solo quella, il signor sindaco.

STEFANO PIAZZA - segretario comunale
Mi viene difficile pensare che una persona che non la pensa come lui possa essere assunta o possa avere, possa fare carriera.

AUTORE
Lei cosa fa?

STEFANO PIAZZA - segretario comunale
Io faccio il funzionario amministrativo.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Le ultime parole famose dopo quindici giorni il segretario dei Ds viene demansionato, e siamo tornati a Campione.

STEFANO PIAZZA - segretario comunale
Dopo 15 giorni, oggi faccio i biglietti all'ingresso. Svolgo delle mansioni nettamente più semplici, nettamente …

AUTORE
Cioè è stato punito?

STEFANO PIAZZA - segretario comunale
Sono stato punito, esattamente sono stato discriminato per una questione politica, in quanto oppositore dell'attuale maggioranza del comune di Campione d'Italia.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
E non è l'unico, anche il coordinatore cittadino di Forza Italia dopo 23 anni al Casinò viene trasferito.

AUTORE
Cioè lei è stato retrocesso?

ROBERTO VIANO - coordinatore Forza Italia di Campione
Esattamente sì.

AUTORE
Cioè che cosa faceva prima e che cosa fa adesso?

ROBERTO VIANO - coordinatore Forza Italia di Campione
Prima ero un tecnico amministrativo impiegato dell'ufficio fidi, che l'ufficio fidi è il cuore, il motore dell'azienda casinò, e in questo momento mi trovo come impiegato amministrativo presso l'ufficio distaccato di polizia di confine: sono stato confinato.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Queste cosiddette "punizioni", i lavoratori ritengono siano state preannunciate nella campagna elettorale quando l'onorevole Butti di An che appoggiava il sindaco Salmoiraghi in un intervista dichiarò l'intenzione di cacciar via i Ds dal casinò.

ALESSIO BUTTI - deputato
Io ho semplicemente detto, e credo che sia legittimo per un parlamentare, "faremo pulizia all'interno del casinò". Se poi qualche esponente della sinistra si è sentito chiamato in causa io chiaramente non ho fatto riferimenti.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Un deputato di Forza Italia che ha portato il caso a Roma.

MARIO ALBERTO TABORELLI - deputato
Ho contattato direttamente il ministro Pisanu. A lui ho mandato una lettera riservata in cui ho segnalato questa situazione che dire anomala è dire poco.

AUTORE
Senta, si da sempre la colpa al sindaco, però questi spostamenti li ha fatti l'amministrazione delegato?

MARIO ALBERTO TABORELLI - deputato
Vorrei però ricordare che l'amministratore delegato è espressione, è stato nominato dal sindaco del comune di Campione.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Noi abbiamo chiamato il sindaco.

al telefonoROBERTO SALMOIRAGHI - sindaco di Campione
Quando mi hanno detto che lei mi cercava in un primo momento mi sono imbufalito, e lei sa anche perché, no? Poi ho detto no, lo vedo anche volentieri, però mi deve promettere una cosa: a me piacerebbe tanto che prima che io le rispondessi alle domande noi facessimo una chiacchierata così, perché non è giusto che lei mi conosca attraverso gli altri e non attraverso la sua opinione, poi le spiegherò perché.

AUTORE
Va bene.

ROBERTO SALMOIRAGHI - sindaco di Campione
Quando.. guardi io potrei domani.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Ma in tarda serata, mentre eravamo in viaggio, il sindaco ci ha ripensato. Non si farà intervistare. Arrivati a Campione d'Italia, siamo stati identificati dalla polizia municipale che in Lombardia si chiama polizia locale.Poi quando siamo tornati a Roma abbiamo saputo che se fossimo entrati in comune avremmo trovato i carabinieri.

Impiegato di Campione al telefono
Per fare in modo di intervenire se qualche impiegato non voleva rispondere a qualche domanda.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Attualmente il sindaco ha avuto una condanna definitiva per truffa per gli inviti a cena al ristorante del casinò a spese del comune. La denuncia fu fatta dal commissario prefettizio.

ORESTE CALVELLO - ex commissario casinò di Campione
Perché erano invitati dal prefetto, le forze di polizia, la guardia di finanza, i direttori di tutti gli uffici pubblici, inconsapevoli magari. Il presidente del Tribunale invece ci andava o qualche volta mandava i figli. E nessuno pagava. Ma vede a questo punto loro ritenevano di essere invitati, non si stavano a chiedere .

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Alle cene partecipavano anche parenti amici e amici dei figli. Il sindaco ha un'altra condanna di primo grado per aver diffamato il Senatore Besostri, da oltre due anni invece si attende il processo per le false residenze. I contrasti nel consiglio di amministrazione del casinò continuarono sugli appalti, che qui a Campione sono assegnati senza gara.

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Si era partiti con 5 milioni e mezzo e poi si era arrivati a 12.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
E poi acquisti di stoviglie per milioni di euro che poi sparivano. Due mercedes acquistate dal meccanico di fiducia anziché dal concessionario.

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Sono state acquistate da una officina che le aveva prese a sua volta da un'altra concessionaria in Svizzera. Cioè con il doppio passaggio.

AUTORE
Ma di chi era questa officina?

ITALO TREVISAN - ex direttore generale casinò di Campione
Qualcuno si serviva lì.

VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTORE
Questa è la vecchia casa da gioco e questa sarà la nuova, un colpo d'occhio che domina tutto il Canton Ticino. Il progettista è il famoso architetto Botta. Doveva costare 82 milioni di franchi dopo cinque anni è arrivata già a 137 milioni. Dovrà fronteggiare la concorrenza dei vicini casinò svizzeri, una bella scommessa, che ormai non si può perdere, altrimenti chi pagherà i 560 dipendenti, i pensionati d'oro, i 140 dipendenti comunali e così via?

GIAMPIERO CASTELLI - segretario MSI provincia di Como
Non dimentichiamo che con legge del 2001 è diventato una società di ente pubblico e quindi è inconcepibile che la Provincia di Como, di Lecco e le Camere di commercio di Como e di Lecco, oltre che poi ci sarà il problema del comune di Campione, devono accollarsi i debiti di una casa da gioco. Ma si può andare a dire al cittadino contribuente:" Eh, nel bilancio dello Stato dobbiamo mettere una certa cifra per pagare i debiti di una casa da gioco". Penso che da che mondo è mondo una cosa del genere non è mai avvenuta. Eppure allegri e contenti si va avanti così.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Loro allegri e contenti, gli altri un po' meno… c'è però una novità fresca fresca. La regione Lombardia ha riattivato ieri l'altro il distretto sanitario e i due medici di Campione dovranno adeguarsi ai parametri stabiliti dal nostro servizio sanitario nazionale, e quindi incasseranno quello che incassa un qualunque medico di base italiano.

Rai.it

Siti Rai online: 847