Rai 3
Televideo

Puntata del 18/11/2012

La banca degli amici

di - Società

La banca degli amici

Stagioni: 2013
Argomenti: Società
Autori: Sigfrido Ranucci

Collaborazione di Giorgio Mottola

Sei mesi fa è stato arrestato Massimo Ponzellini, manager dell’Impregilo e Presidente della Banca Popolare di Milano.

Ha servito i governi di tutti i colori, ricoprendo cariche prestigiose, ora però è indagato per aver concesso finanziamenti alle imprese in cambio di mazzette. Le aziende finite sotto la lente dei magistrati sono tante da Atlantis Bplus a Sisal, dal Gruppo Gavio a Capgemini, da Caltagirone ad Almaviva.

La BPM, l’istituto finanziario radicato sul territorio più ricco d’Italia, per statuto avrebbe dovuto finanziare le piccole e medie imprese, la forza vitale del Paese. Invece negli ultimi anni si sarebbe trasformata in bancomat per i politici e per alcuni imprenditori sempre grati a chi li finanzia, e che succhiano risorse pubbliche. Dall’inchiesta della Procura di Milano, però emerge anche la ragnatela di rapporti con la politica, da Calderoli a Bossi, dalla candidata alle primarie del Pdl, Santachè a La Russa, dalla Brambilla a Urso, da Marcello dell’Utri, a Silvio e Paolo Berlusconi, da Paolo Romani a Gianni Letta, ma anche con il Vaticano, di cui Ponzellini è uno dei consiglieri economici.

Soprattutto emergono i rapporti con l’attuale ministro dell’economia Vittorio Grilli, e con colui che ha tirato le fila dell’economia del nostro Paese nell’ultimo ventennio: Giulio Tremonti e il suo consigliere politico Marco Milanese. Alla fine dall’inchiesta di Report curata da Sigfrido Ranucci si definisce un Paese soffocato dalle lobby che arrivano addirittura a mettere a rischio il funzionamento delle istituzioni più prestigiose. E ora in mano a chi è andata BPM?




Per visualizzare questo documento è necessario un plugin Pdf. E' comunque possibile scaricare il file

- Riceviamo questa precisazione dal Presidente della Regione Veneto Luca Zaia

Gentile dottoressa Gabanelli,

nel corso della puntata di domenica 18 novembre, una certa signora Renata Pavlov, da me mai né conosciuta, né ricevuta, mi tira in ballo a proposito di un appuntamento con me che avrebbe richiesto tramite il dottor Massimo Ponzellini.
Vorrei precisare che, per conto della Signora Pavlov, non ho mai ricevuto nessuna richiesta d'incontro da nessuno, tanto meno per il tramite del dott. Ponzellini e l’appuntamento non ha mai avuto luogo.
 La ringrazio per l’attenzione e la saluto cordialmente.


Luca Zaia


-
Risposta di Sigfrido Ranucci

Report non ha mai detto che l'incontro è avvenuto. Ma che la Pavlov ha chiesto a Ponzellini di favorire l'appuntamento con il governatore Zaia per la realizzazione del progetto Veneto City, che non si è realizzato. Di questo c'è prova nelle carte.
Poi sono scattate le indagini della Procura di Milano.

Sigfrido Ranucci 

Scarica il PDF

Rai.it

Siti Rai online: 847