Rai 3
Televideo

Puntata del 09/06/2003

LA STRADA SUL TERRAZZO

In onda lunedì 9 giugno 2003

di

LA STRADA SUL TERRAZZO

Stagioni: 2003
Autori: Bernardo Iovene

MILENA GABANELLI IN STUDIO
E adesso andiamo a Napoli. Da 4 anni stiamo seguendo i lavori di una superstrada che finisce contro il terzo piano di una casa. Non ci si crede, ma é così. La prima visita é stata fatta nel 99.
Dal nostro Bernardo Iovene. L'ultima 15gg fa.


AUTORE
Al Comune, era il 1999, ci dissero che stavano per ultimare i lavori e quella casa sarebbe stata presto abbattuta.


AUTORE
Dopo due anni, nel 2001 tornammo nello stesso posto, questa volta con l'assessore responsabile; e scoprimmo che la casa sarebbe rimasta in piedi, ed il pezzo di casa, invece, abbattuto.


D - Buongiorno, si ricorda di me?

INQUILINO 2
Come no?

D - Allora come andiamo qua?

INQUILINO 2
E come siamo messi sempre alla stessa maniera: non è cambiato niente.

D - E la promessa che ci aveva fatto l'Assessore due anni fa?

INQUILINO 2
E la promessa fatta dall'Assessore è come le promesse che vanno al vento.

D - La situazione è sempre questa?

INQUILINO 3
Sì.

D - Non è cambiato nulla?

INQUILINO 3
No.

AUTORE
Siamo stati larghi: di anni ne sono passati due. Torniamo al Comune, ma l'Assessore competente è cambiato.

FERDINANDO DI MEZZA - Assessore Difesa Suolo e Sicurezza Abitativa
Il ponte non sarà abbattuto.

D - Ah il ponte non verrà più abbattuto?

FERDINANDO DI MEZZA - Assessore Difesa Suolo e Sicurezza Abitativa
No, il ponte non sarà più abbattuto perché nel nuovo piano regolatore che è stato predisposto, è stato previsto che la strada torna, diciamo, di fatto sul percorso originale che era stato individuato e quindi di fatto il ponte non verrà abbattuto.

D - E quella casa andrà giù?

FERDINANDO DI MEZZA - Assessore Difesa Suolo e Sicurezza Abitativa
La casa sarà abbattuta, la scuola invece resta.

D - E agli abitanti non avete detto niente, ancora...

FERDINANDO DI MEZZA - Assessore Difesa Suolo e Sicurezza Abitativa
Gli abitanti....di fatto lì no, ci sono solamente delle attività commerciali.

AUTORE
Ci risiamo, gli abitanti sono tornati ad essere dei fantasmi.
Intanto su questa strada, che si chiama Asse Mediano, sono stati aperti solo alcuni svincoli, ritenuti pericolosissimi perché costruiti male e costati tantissimo, come risulta dalla sentenza del Tribunale di Napoli che ha prescritto il reato, ma ha comunque accertato che: il rappresentante dell'impresa Zecchina consegnava a Cirino Pomicino Paolo personalmente una dazione di 1 miliardo e 800 milioni di lire, di cui 300 milioni in relazione proprio ai lavori dell'asse mediano.


MILENA GABANELLI IN STUDIO
State sicuri che ci ritorneremo, per avere un archivio a futura memoria.

Rai.it

Siti Rai online: 847