Rai 3
Televideo

Puntata del 30/10/2005

UNO STIPENDIO ONOREVOLE - aggiornamento del 16 settembre 2003

in onda il 30.10.05

di - Società

Inchiesta: Com'è andata a finire
Autori: Bernardo Iovene
Argomenti: Società
Stagioni: 2006



di Bernardo Iovene


MILENA GABANELLI IN STUDIO
E adesso ritorniamo sui nostri passi : l'anno scorso e due anni fa c'eravamo occupati dello stipendio dei parlamentari. Troppi soldi, e tante promesse.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Se volete sapere quanto guadagnano esattamente i deputati non chiedetelo a loro.

TEODORO BUONTEMPO - Deputato
Lo stipendio di un parlamentare è di 9 milioni e due al mese.

MARIO BACCINI - Sottosegretario agli Esteri
12, 13 milioni di vecchie lire.

PAOLO CENTRO - Deputato
Vanno al deputato attorno ai 14 milioni...

FRANCO BONATO - Tesoriere di Rifondazione comunista
Circa 27 milioni e 800 mila delle vecchie lire.

FABIO CIANI - Deputato
10 mila euro lordi al mese.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
La somma esatta, la conoscono i deputati questori.

EDOUARD BALLAMAN - Deputato questore
5.106 euro e 87 centesimi.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Oltre allo stipendio di 5106 euro hanno una diaria di 4000 euro al mese, anche questa regolata per legge su 15 giorni di presenza in parlamento, in pratica sono 500.000 lire al giorno.

AUTORE
Lei mi diceva che questa voce è proprio specifica del soggiorno a Roma, ma perché la prendono anche i parlamentari romani?

EDOUARD BALLAMAN - Deputato questore
Questa è una vecchia questione d'altra parte il mio fazzolettino sta ad indicare che ancora un un po' di Roma ladrona forse c'è.
VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E poi ci sono 4190 euro a titolo di rimborso forfettario, per un ufficio nel proprio collegio e per pagare i propri collaboratori, i cosiddetti portaborse, in realtà un esercito di laureati che proprio i parlamentari pagano in nero.

AUTORE
Lo stipendio medio qual è?

COLLABORATORE PARLAMENTARE 1
Lo stipendio medio potremmo dire è tra i 500 e gli 800 euro.

COLLABORATORE PARLAMENTARE 2
Io non ho una busta paga, quindi non mi vengono pagati i contributi, non mi vengono dati assegni familiari, niente di tutto questo, un posto dove si fanno le leggi e dove si chiede al cittadino di rispettarle è il primo posto dove vengono violate.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Ma andiamo avanti, per raggiungere Roma i parlamentari usano treni aerei e autostrada gratis. Poi ci sono 3100 euro di telefonate all'anno, un ufficio a Roma, attrezzato, un computer potatile, viaggi all'estero per 3100 euro, la liquidazione, il vitalizio, la tessera per il cinema e quella per lo stadio in tribuna d'onore, e tanti parlamentari, una volta eletti, continuano a svolgere la loro attività professionale. Clamoroso fu quando l'onorevole Taormina era sottosegretario agli interni e difendeva un suo cliente in un processo di mafia.
AUTORE
Senta è compatibile anche con l'incarico di governo, c'è stata la polemica quando lei faceva il sottosegretario.

CARLO TAORMINA - Deputato
Ma dal punto di vista giuridico certamente c'è la compatibilità.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Un anno dopo ci aveva ripensato.

CARLO TAORMINA - Deputato
Ma guardi cambiare idea è segno di intelligenza.

AUTORE
Questa è una notizia: l'avvocato Taormina non fa più l'avvocato?

CARLO TAORMINA - Deputato
No, io continuo a fare la mia attività professionale nei limiti in cui questo risulti compatibile con l'esercizio del mio ruolo istituzionale.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Lo stesso Taormina in quell'occasione ci confessò a chi devolveva il suo stipendio di parlamentare.

CARLO TAORMINA - Deputato
Agli animali. Abbiamo un canile che gestiamo tutto con i soldi nostri, cioè con i soldi di deputato. Quindi la Camera dei Deputati paga un canile dove vengono ospitati dai 20 ai 25 cani mediamente.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E così andiamo a trovare la signora Taormina.

AUTORE
Lei cosa fa prende lo stipendio di suo marito e&

CELESTINA DEL SIGNORE
No io non è che lo prendo, mio marito non lo prende proprio. Viene depositato e man mano che mi serve io lo uso. Lui è Ponpon, lo avevano messo in un canile noi ce lo siamo andato a riprendere, insieme a Gelsomina.

AUTORE
Lei vive a Roma comunque.

CARLO TAORMINA - Deputato
Vivo a Roma.

AUTORE
Sa che anche i deputati romani prendono una diaria di otto milioni al mese per il soggiorno a Roma?

CARLO TAORMINA - Deputato
Non lo so, la considero un'autentica contraddizione.

AUTORE
Ma lei lo farebbe un gesto, visto che non sa neanche che prende questo soggiorno a Roma pur abitando a Roma, potrebbe fare il gesto di rifiutare questa diaria che le viene data e che lei ha definito ingiusta?

CARLO TAORMINA - Deputato
Ma guardi per me non c'è nessuna preclusione a fare un gesto di questo genere.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
È passato un anno, e nell'ultima finanziaria si prevede la riduzione degli stipendi dei parlamentari e degli amministratori locali. Ma di quanto? E l'on. Taormina che aveva detto che avrebbe rinunciato ai 4000 euro di spese per il soggiorno a Roma, visto che ci abita, avrà mantenuto la promessa? Bernardo Iovene è tornato a fare il giro delle 7 chiese.

AUTORE
Onorevole come stanno i cani di sua moglie?

CARLO TAORMINA - Deputato
Stanno bene, a parte uno che comincia a essere anziano però soprattutto i nostri amici randagi stanno benissimo.

AUTORE
Ma noi poi siamo andati da sua moglie si ricorda? Ma poi l'ha visto il servizio in TV?

CARLO TAORMINA - Deputato
Come no, l'abbiamo visto e ci è anche piaciuto. E ogni tanto siccome mia moglie si è fatta la cassetta se lo guarda, e dice: aumentiamo il numero dei cani.

AUTORE
Ho capito. Però si deve ricordare che mi aveva fatto questa promessa che rinunciava al soggiorno a Roma, che non le sembrava giusto.

CARLO TAORMINA - Deputato
Il deputato che lavora è pagato anche poco. Il problema è che su cento, dieci lavorano e novanta stanno a casa, o anzi stanno in giro a fare qualche altra cosa. Francamente credo di avere una retribuzione molto inferiore a quella che mi spetterebbe.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Si lamenta anche lui e non ha rinunciato a nulla di quello che aveva, ma nella prossima legislatura&

AUTORE
Lei farà il deputato?

CARLO TAORMINA - Deputato
Io nella prossima legislatura, sperando di poter fare qualcosa di ulteriore, ma farò solo il deputato.

AUTORE
Quindi noi possiamo dare la notizia che l'avvocato Taormina diventerà solo deputato?

CARLO TAORMINA - Deputato
Può darla la notizia.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Torniamo allo stipendio dei parlamentari. Nel 2003 i contanti netti sono sui 15.000 euro, ma siccome 10.000 euro sono considerati rimborsi non tassabili, nella busta paga e quindi nel 740 risultano solo i 5106 euro dell'indennità parlamentare, che dopo appena sette mesi, passò a 5522 euro, vale a dire 416 euro in più al mese.

AUTORE
416 euro in sei mesi non sono tanti?

TIZIANA VALPIANA - Deputato Segretario della Camera
Sì, sicuramente sono tanti, ma dipende appunto dall'adeguamento percentuale che l'Istat ha richiesto. E ancora un altro adeguamento ci sarà dal primo gennaio 2005.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E oggi infatti è di 5941 euro, 800 euro di aumento in due anni.

AUTORE
È aumentato di 800 euro.

CARLO GIOVANARDI - Ministro dei rapporti con il Parlamento
Come quello dei magistrati.

AUTORE
Però dico, in due anni è aumentato di 800 euro.

CARLO GIOVANARDI - Ministro dei rapporti con il Parlamento
Sì, è aumentato esattamente come quello dei magistrati e quello degli statali; no perché ogni volta si dice "i parlamentari si sono aumentati lo stipendio".

AUTORE
Sì però è aumentato di 800 euro.

CARLO GIOVANARDI - Ministro dei rapporti con il Parlamento
Mi scusi, si è deciso dieci anni fa che cosa deve essere remunerato un parlamentare.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Non bisogna dire che lo stipendio è stato aumentato ma adeguato. Questo adeguamento comunque lo fa il parlamento. Oggi, nella finanziaria c'è un articolo sulla riduzione dei costi della politica, che diminuisce l'indennità del 10%. Il taglio è di 590 euro.

AUTORE
Dico, se noi diciamo che oggi cala del 10 per cento, dobbiamo anche dire che in due anni è aumentato più del 20 per cento.

CARLO GIOVANARDI - Ministro dei rapporti con il Parlamento
Questo è un ragionamento molto strano perché se piglia negli ultimi dieci anni cosa sono aumentate le retribuzioni negli statali e nei privati, vedrà che le retribuzioni per effetto dell'inflazione e dei contratti sono aumentale del 10 - 15 - 20 per cento.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Il taglio ci sarà a partire dal gennaio 2006 ma ad aprile terminerà la legislatura, per la prima volta c'è accordo in parlamento.

ROBERTO ZACCARIA - Deputato
Sì sono d'accordo, mi pare naturale, tutti fanno un po' di sacrifici mi pare che si cominci a dare il buon esempio.

FERDINANDO ADORNATO - Deputato
Non bisogna dimenticare anche che abbiamo con la riforma costituzionale ridotto il numero dei parlamentari, sia dei deputati che dei senatori.

BRUNO TABACCI - Deputato
Mi pare che in un momento di difficoltà questo possa avere una sua ragione, quindi.

DANIELA SANTANCHÈ - Deputato
Tutti meno il dieci per cento: possiamo sopravvivere lo stesso.

MARCO RIZZO - Deputato
Io sono al parlamento europeo ma fossi qua voterei, fossi alla Camera dei Deputati voterei a favore, è giusto.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Del 10% sarà ridotta anche l'indennità dei sottosegretari che, oltre ad avere l'auto blu con autista, altri benefit, e l'intero stipendio, si aggira sui 2000 euro mensili.

ROSARIO GIORGIO COSTA - Sottosegretario agli Esteri
Possono pure tagliarlo per intero, tanto tutto quello che mi danno qua lo spendo già prima.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
L'indennità dei ministri, invece non e' stata toccata, perché fu tagliata del 10% quattro anni fa, il ministro Giovanardi, che vive solo di stipendio si lamentò con Tremonti.

AUTORE
Lei si era lamentato l'altra volta si ricorda?

CARLO GIOVANARDI - Ministro dei rapporti con il Parlamento
Certo, "Tremonti bella fatica fai, dichiari un miliardo e mezzo all'anno di attività professionale, più hai l'attività di ministro", io su questo ci vivo, c'è un po' di differenza, bel gesto da parte tua, grazie, molto generoso.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Alleanza Nazionale ha già annunciato la riduzione. È un argomento che fa presa sui cittadini.

UOMO
Diamoci un taglio.

AUTORE
Agli stipendi dei politici?

UOMO
Sicuro, subito, perché loro ci mettono cinque minuti a fare questi aumenti e poi non curano la gente che non può arrivare a fine mese.

ALESSIO BUTTI - Deputato
Adesso è importante che anche i consigli regionali, diminuiscano così come ha fatto il parlamento il numero dei consiglieri e poi a cascata che tutti quanti tirino un po' la cinghia.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
A tirare la cinghia saranno proprio gli amministratori locali. Anche per loro ci sarà un taglio del 10%. ma lo stipendio dei sindaci dei comuni sotto i 20.000 abitanti, che sono il 95% del totale, non arriva a 2000 euro, gli importi sono stabiliti da una legge dello stato.

AUTORE
Questi quando sono stati stabiliti?

SIMONETTA SALIERA - Sindaco di Pianoro
Questi siamo nel 2000.

AUTORE
Cioè quest'importo. E dal 2000 ad oggi?

SIMONETTA SALIERA - Sindaco di Pianoro
Dal 2000 ad oggi sono esattamente gli stessi.

AUTORE
Cioè non avete mai auto aumenti?

SIMONETTA SALIERA - Sindaco di Pianoro
No, neanche applicazione di Istat o inflazione o altro.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Dal 2000 a oggi il parlamentare tra stipendio e rimborsi, invece, ha avuto un aumento di 5000 euro.

AUTORE
Sono stati ridotti anche ai sindaci.

ALFREDO BIONDI - Vice presidente della Camera
Questo farei una distinzione, sono i sindaci di piccoli comuni.

AUTORE
Non c'è questa distinzione.

ALFREDO BIONDI - Vice presidente della Camera
Ed è un errore secondo me.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Il costo totale annuo degli amministratori di un comune di 16.000 abitanti: sindaco, vicesindaco, 5 assessori e il presidente del consiglio, è di 161.000 euro, meno dello stipendio di un solo deputato ed è lo 0,3 del bilancio comunale. Una cifra irrisoria.

SIMONETTA SALIERA - Sindaco di Pianoro
Quindi il 10% dello 0,3: si immagini che cosa vuol dire.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Anche il Quirinale e la corte costituzionale hanno provveduto al taglio del 10% dei propri stipendi.

CARLO TAORMINA - Deputato
Sì, anche quella di Ciampi mi è sembrata una manovra strana perché dire che diminuisce le spese per il Quirinale, dovrebbe cominciare a dire che la pensione che prende come governatore della Banca d'Italia la potrebbe destinare a chi ne ha bisogno di qualche contributo.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E di riduzione di costi della politica aveva parlato anche Prodi.

ROMANO PRODI
Io ho fatto il confronto quando ero presidente della Commissione Europea fra il costo della politica dei diversi paesi e ho visto che l'Italia ha il costo più elevato; allora bisogna provvedere. È stipendi, ma non è solo stipendi, sono il costo delle istituzioni, il numero delle persone che operano in queste istituzioni, consulenze, spese generali, acquisti di edifici. È veramente un mare di spesa.

AUTORE
Da presidente europeo quanto prendeva al mese?

ROMANO PRODI
Ma sono partito nell'ordine dei 16.000 euro, l'ultimo stipendio era sui 19.000 euro tutto incluso, viaggi, casa, rappresentanza, spese, tutto deve rientrare in questi 19.000 euro.

AUTORE
Senta ma lei ha già chiaro dove intervenire?

ROMANO PRODI
Nelle direzioni sì, nei punti specifici bisogna approfondire come ho detto già più volte, gli aspetti particolari.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Intanto problematiche serie le avevamo già messe in evidenza negli anni scorsi, ci riferiamo al rimborso di 4190 euro per i collaboratori.

AUTORE
Senta lei ha dei collaboratori parlamentari?

CARLO TAORMINA - Deputato
Nessuno, zero. Ho sempre fatto tutto da solo.

AUTORE
Lei per i collaboratori usufruisce di 4.100 euro al mese.

CARLO TAORMINA - Deputato
E me li tengo io.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
C'è chi invece i collaboratori ce li ha e dichiara di non pagarli, per non metterli in regola, l'anno scorso erano 502, quest'anno sono aumentati a 526 su 610 deputati.

ROSARIO GIORGIO COSTA - Sottosegretario agli Esteri
No, non li pagano, non hanno piacere ad essere pagati, sono io che cerco di ristorarli di quelle che sono le spese che essi sopportano, sinceramente non chiedono nemmeno retribuzione.

AUTORE
Lei ce l'ha il portaborse qui a Roma?

CESARE RIZZI - Deputato
No io non ce l'ho. Non ho mai avuto un portaborse io.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E a livello di governo nessuno è a conoscenza della situazione.

CARLO GIOVANARDI - Ministro dei rapporti con il Parlamento
Gratuitamente no. Che nessuno abbia dei collaboratori non pagati o che lavorano a titolo gratuito mi sembra scarsamente credibile.

FERDINANDO ADORNATO - Deputato
Non lo so Non ne sono a conoscenza. È un errore se avviene. Non ne sono a conoscenza Non potrei dirle nulla.

ALESSIO BUTTI - Deputato
Lo ignoro completamente e chiederemo anche delle verifiche su questo.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
All'opposizione abbiamo cercato di strappare una promessa.

AUTORE
Bisognerebbe regolarizzarla questa situazione. Lei ce la fa una promessa?

ROMANO PRODI
Certo. Quando io dico attenzione, quando io dico esaminiamo il quadro completo come già sto facendo ed operando, dico che anche questi aspetti devono essere presi in esame, proprio per non cadere nella demagogia di cui parlavamo prima.

AUTORE
Sta studiando la situazione allora. Promesse specifiche non ce ne fa? Bisogna esaminare il quadro e vederlo.

ROMANO PRODI
Per forza, dico, ragazzi: siamo persone serie o non siamo persone serie?
Bisogna esaminare il quadro e vederlo.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Un quadro chiaro della situazione è già pronto dal settembre 2003 in un proposta che regola tutte le anomalie del trattamento dei parlamentari. Noi sottoponemmo la proposta ai capigruppo per capire se c'era la volontà di metterla all'ordine del giorno. C'è chi aveva detto si e chi no.

LUCA VOLONTÈ - Presidente gruppo UDC
Nel calendario dell'aula mi sembra ci siano altre priorità in questo momento.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Alla fine lo fece il presidente del gruppo misto.

MARCO BOATO - Presidente gruppo Misto
Mi sono già fatto carico e devo dire che devo dare a voi il merito.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
Ma oggi quella proposta che fine ha fatto?

AUTORE
Come è andata poi?

MARCO BOATO - Presidente gruppo Misto
È andata che nessun altro gruppo si è associato a questa mia richiesta e quindi non è stata inserita all'ordine del giorno.

VOCE DELL'AUTORE FUORI CAMPO
E la realtà rimane amara per chi è costretto a lavorare da anni in nero nel luogo dove si fanno le leggi. Vedremo se ci sarà il taglio del 10%. Attualmente lo stipendio del parlamentare viaggia sui 16mila euro.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
È comunque previsto a fine legislatura e sotto elezioni& ma è meglio di niente.
Il risparmio previsto è di 23 milioni 445mila euro. Nella stessa proposta però il Governo aumenta di 40 milioni di euro la dotazione annua dei partiti per il rimborso delle spese elettorali. Un gioco delle tre carte che al bilancio dello stato ancora una volta sottrae, e non a favore degli statali, che sarebbe buona cosa non tirarli mai in ballo per paragonare le percentuali di aumento degli stipendi.





Rai.it

Siti Rai online: 847