Rai 3
Televideo

Puntata del 08/10/2006

IL GRANDE CRAC

In onda domenica 8 ottobre alle 21.30

di - Economia

IL GRANDE CRAC

Argomenti: Economia
Autori: Stefania Rimini
Stagioni: 2007

2700 mila persone coinvolte nel crac del gruppo Finmek, un'azienda che coordinava un gruppo di piccole industrie dell'elettronica italiana. In molti hanno cercato di salvarla, perfino la "Provincia italiana delle suore di Santa Croce" che ha concesso un finanziamento di 200 mila euro, così come quasi tutte le banche italiane e soprattutto i piccoli risparmiatori, ai quali non sono mai stati rimborsati i 150 milioni di euro che avevano investito in bond. Tutta gente che doveva essere salvata dal cosiddetto "risanatore", l'imprenditore che aveva rilevato l'azienda proprio per risollevarne le sorti e che ora invece è indagato per bancarotta. Stessa situazione per il gruppo Tecnosistemi, specializzato nell'impiantistica. L'azienda è commissariata e anche qui il "risanatore" è indagato per bancarotta fraudolenta. Ma soprattutto i 2.600 dipendenti sono a spasso. Alla Ixfin, specializzata in manifattura per conto terzi di componenti elettronici, è andata anche peggio.

NOTA DEL 22/02/2018
L’Avv. Luca Ponti ex Commissario Straordinario nominato dal Ministero delle attività produttive e dal Tribunale di Milano nella Procedura di Amministrazione Straordinaria di Tecnosistemi e di altre società del Gruppo precisa quanto segue: “L’attività di vendita dei nove complessi aziendali di Tecnosistemi si era conclusa già nel mese di agosto del 2005, all’esito di un percorso condiviso con i sindacati e con il Giudice Delegato del Tribunale di Milano, Comitato dei creditori, Ministero delle attività produttive ottenendo da ciò oltre cinque milioni di euro (5.191.000,00 euro) che sono entrati nell’attivo della procedura. E questi sono fatti oggettivi inconfutabili, evidenziati all’epoca dalla stampa specializzata (Il Sole 24 Ore). Nel contempo, attraverso precise clausole contrattuali con l’affittuario di un ramo (SIRTI) e in generale con gli acquirenti degli altri, sono state salvate molte centinaia di posti di lavoro: il dato di partenza era per l’esattezza di 1684 (e non 2600) e alla data di diffusione della trasmissione (ottobre 2006) invece il numero degli addetti impiegati era di 834, più quelli assunti negli altri rami d’azienda, oltre ai dipendenti che lavoravano per la Procedura. Va detto che la procedura aveva anche stabilito e previsto nel contratto che ci fosse un obbligo da parte degli acquirenti di assumere/attingere, in caso di crescita e di maggior fabbisogno occupazionale, da quel bacino di interesse di dipendenti non ancora assunti. Sotto questo profilo, la procedura Tecnosistemi, veramente peculiare riguardando il settore della IT, ha conseguito risultati estremamente soddisfacenti sia in termini di realizzo che di salvaguardia dei posti di lavoro, per di più in un periodo di gravissima crisi del settore”.


Per visualizzare questo documento è necessario un plugin Pdf. E' comunque possibile scaricare il file Scarica il PDF

Rai.it

Siti Rai online: 847