Rai 3
Televideo

Puntata del 13/12/2015

La dismissione

di - Ambiente

La dismissione

Autori: Emanuele Bellano
Argomenti: Ambiente
Stagioni: 2016

Collaborazione di Valeria Fraschetti e Ilaria Proietti

English version below

Eni ha annunciato dismissioni per 11 miliardi di euro. Il piano prevede la vendita delle partecipazioni in Snam e nella società petrolifera portoghese Galp. Venderanno poi parte di Saipem, che con 10 miliardi di fatturato all’anno è il gigante italiano attivo nella ricerca ed estrazione di petrolio. Intanto, a maggio dello scorso anno, hanno venduto le partecipazioni nella raffineria ceca Ceska Rafinerska e la rete di distributori di benzina in Slovacchia, Repubblica Ceca e Romania. Chi è il compratore? E il prezzo di vendita è stato conveniente per Eni?

I manager di Eni hanno annunciato anche la vendita di Versalis, la società che possiede i suoi poli chimici, da Porto Marghera in Veneto a Priolo in Sicilia. Strutture vecchie che si trovano su aree altamente inquinate e mai bonificate. Insieme ad altri poli industriali italiani fanno parte dei 39 Sin, i siti inquinati di interesse nazionale individuati dal ministero dell’Ambiente. Di tutti e 39 finora nemmeno uno è stato ripulito del tutto e destinato a nuovo uso. Eppure è stata creata una società ad hoc, Sogesid, interamente pubblica, che opera come braccio operativo del ministero dell’Ambiente e il cui scopo è coordinare le bonifiche dei Sin. Alla fine non solo non hanno bonificato, ma i vertici di Sogesid e del ministero sono anche finiti sotto indagine per truffa allo stato e associazione a delinquere.






PRECISAZIONE DEL 16/12/2015

La compagnia petrolifera ungherese MOL ci tiene a precisare che le autorità ungheresi hanno archiviato il caso INA-MOL nel 2012 e che attualmente nei confronti del presidente di MOL Zsolt Hernadi non c'è un mandato di arresto da parte dell'Interpol. MOL precisa inoltre che la Corte Costituzionale Croata ha disposto la ripetizione del processo contro l'ex primo ministro croato Ivo Sanader per il caso INA-MOL.

Ivo Sanader e Zsolt Hernadi rimangono tutt'ora sotto processo in Croazia per la vicenda INA-MOL poiché, in seguito alle disposizioni della Corte Costituzionale Croata è stato indetto un nuovo processo per il caso INA-MOL iniziato a settembre 2015.

 

ENGLISH VERSION

Scarica il PDF

Rai.it

Siti Rai online: 847