Rai 3
Televideo

Puntata del 15/04/2007

LA STRADA DI NAPOLI - Aggiornamento del 2 gennaio 2000

In onda domenica 15 aprile 2007

di - Società

Inchiesta: Com'è andata a finire
Autori: Bernardo Iovene
Argomenti: Società
Stagioni: 2007

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Ogni tanto ritorniamo sui nostri passi. Da 19 anni a Napoli c'è una strada che finisce contro il terzo piano di una casa, e continua dall'altra parte. 7 anni fa il nostro Bernardo Iovene è andato lì, è andato in comune e  si era scoperto che il comune non sapeva che il palazzo era abitato e avevano dichiarato che a breve la casa sarebbe stata abbattuta. In questi 7 anni i ci siamo tornati 5 volte e ogni volta, va giù la casa, no va giù la strada, una telenovela.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Questa strada si ferma contro questo palazzo da oltre 15 anni. Era il 1999.

GENNARO ESPOSITO- Direttore viabilità di Napoli nel 1999
Finirà che noi riapproveremo il progetto, dichiarazione di pubblica utilità, e la casa va giù.

BERNARDO IOVENE
E i proprietari?

GENNARO ESPOSITO- Direttore viabilità di Napoli nel 1999
I proprietari saranno indennizzati insomma. Non c'è nessuno in quella casa.

BERNARDO IOVENE
E' qui che finisce la strada praticamente?

DONNA 1
Si finisce qui e dietro. Cioè noi siamo nel mezzo, nel mezzo ci siamo noi.

BERNARDO IOVENE
Al comune ci hanno detto che qui non abita nessuno.

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
Ah, se al comune hanno detto così allora siamo dei fantasmi perché la luce la paghiamo.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Nel palazzo oltre ad un' attività commerciale, abitano 4 famiglie.

BERNARDO IOVENE
Non è vero che si finirà questa strada?

ANTONIO DI CARLUCCIO
No, io penso di no.

BERNARDO IOVENE
Secondo Lei quanti anni ancora passeranno?

ANTONIO DI CARLUCCIO
Una decina d'anni.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Una volta scoperto che l'edificio era abitato, il comune cambiò progetto: la casa restava in piedi, il ponte abbattuto e si sarebbe fatto un tunnel, ed era il 2001.

BERNARDO IOVENE
Questo ponte va giù ...

ASSESSORE
Questo ponte va giù...

DONNA 2
Cioè, quando non vedo i fatti e solo le chiacchiere...

BERNARDO IOVENE
Lo sta dicendo l'assessore qua...

DONNA 2
E vabbè lo sa quante chiacchiere dicono in Italia...

BERNARDO IOVENE
L'assessore ce lo sta assicurando.

ASSESSORE
Probabilmente ci vorrà un annetto buono.

BERNARDO IOVENE
E allora ci vediamo tra un anno.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Ma dopo due anni, nel 2003,  non era cambiato nulla.

UOMO 1
Non è cambiato proprio niente.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Il progetto tornò quello originale: restava la strada sopraelevata e la casa abbattuta.

BERNARDO IOVENE
Gli abitanti non sanno niente ancora? Non li avete avvisati ancora che la loro casa andrà giù?

FERDINANDO DI MEZZA- Ass. difesa suolo e sicurezza abitativa nel 2003
No, gli abitanti...lì nei fatti al momento ci sono solo delle attività commerciali.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
A ogni cambio di giunta gli abitanti tornavano ad essere dei fantasmi, salvo poi accorgersene e, quindi, nel 2004 cambiò di nuovo il progetto: la casa sarebbe stata abbattuta e ricostruita dal comune proprio in questo punto, di fianco all'altra.

BERNARDO IOVENE
Voi siete d'accordo?

ANTONIO DI CARLUCCIO
Noi siamo d'accordo sempre se ci fanno il fabbricato qui.

BERNARDO IOVENE
Finiscono quando?

FERDINANDO DI MEZZA- Ass. difesa suolo e sicurezza abitativa nel 2003
Io penso che diciamo altri sei mesi di lavori...massimo un anno dovrebbero essere completati.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Ma dopo un anno, nel 2005,  gli abitanti del palazzo non sapevano più nulla.

ANTONIO DI CARLUCCIO
Quindi però non sappiamo se va il ponte o va la casa a terra.

BERNARDO IOVENE
Ah, voi ancora non sapete?

ANTONIO DI CARLUCCIO
Non sappiamo ancora niente! La prima volta che ci siamo incontrati ho detto che passavano 10 anni...?

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Nel 2006 cambia assessore, cambia ancora il progetto: non si ricostruirà il palazzo, si torna al vecchio progetto e ai proprietari viene proposto un indennizzo per andarsene, se non accettano, saranno espropriati.

UOMO 2
Si l'accordo c'è...tutti quanti hanno firmato. Qua ci sono tutti i fogli.

BERNARDO IOVENE
Perché è tutto bloccato ancora?

UOMO 2
E' tutto bloccato perché c'è un inquilino nel palazzo che ha detto purtroppo che i soldi che gli danno non gli bastano.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Infatti bastava che uno solo non fosse d'accordo e ci sarebbe stato l'esproprio per tutti e quindi il risarcimento quasi dimezzato. Quanto chiedeva la signora del primo piano?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
Noi...la nostra proposta non è meno di 200 mila euro.

BERNARDO IOVENE
Cioè voi con 200 mila euro ve ne andate?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
Si.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
L'anno scorso  ci siamo improvvisati mediatori e il vicesindaco davanti alla telecamera alzò il prezzo.

ROCCO PAPA- Vicesindaco Comune di Napoli nel 2006
Vediamo se tra 150 mila che gli abbiamo offerto e i 200 mila che Lei ci chiede, possiamo trovare una soluzione fra un valore mediano: diciamo 175 mila.

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE - Al telefono
Io sarei ben lieta di risolvere...però vorrei che l'ingegnere venisse con me, con mia madre e con me.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
E cosi' il giorno dopo l'ingegnere capo del comune si prestò ad accompagnare i signori attianese a visitare case da acquistare.

BERNARDO IOVENE
Già questo è un inizio per risolvere il problema?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
Si, si infatti certamente.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Che sia la volta buona! Eravamo a Napoli dove da 19 anni c'è una strada che finisce contro il terzo piano di una casa. Per finire questa strada bisogna tirar giù la casa. Dopo anni di trattative i proprietari accettano l'indennizzo del comune. Rimane solo una famiglia: non gli sta bene il prezzo, alla fine spunta un prezzo meraviglioso, 175 mila euro! L'avevamo lasciata un anno fa che stava cercando casa, l'avrà trovata? Bernardo Iovene è ritornato là.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
E siamo ad oggi. Questa volta siamo stati prima al comune.

EUGENIO D'ALESSANDRO- Ingegnere Comune di Napoli
E' successo che alla signora sono stati segnalati altri appartamenti però non mi ha fatto sapere...

BERNARDO IOVENE
Più nulla? Cioè Lei non l'ha sentita più, Lei non l'ha sentita più?

EUGENIO D'ALESSANDRO- Ingegnere Comune di Napoli
No, in pratica no.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
In questa situazione al comune hanno deciso di accordarsi con gli altri proprietari e hanno firmato la vendita degli immobili il 23 marzo 2007. Il signor Antonio è ammalato da 2 anni.

BERNARDO IOVENE
Avete accettato?

ANTONIO DI CARLUCCIO
Abbiamo accettato! Però poi dopo...ripensandoci bene...

BERNARDO IOVENE
Non ci ripensi, per favore non ci ripensi!

ANTONIO DI CARLUCCIO
Ripensandoci bene...questa somma che loro ci hanno accordato, io ho chiesto nei paraggi ho chiesto nelle vicinanze, non possiamo competere diciamo il valore della nostra casa.

BERNARDO IOVENE
Voi attualmente non sapete dove andare?

ANTONIO DI CARLUCCIO
No, no. Non abbiamo ancora trovato, stiamo ancora cercando.

BERNARDO IOVENE
E perché avete firmato allora?

ANTONIO DI CARLUCCIO
Abbiamo firmato perché loro già ci avevano detto precedentemente prima che se non firmavamo quella casa andava in esproprio.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Ma come, il rilascio dell'immobile è previsto per il 4 maggio, tra 15 giorni,  ed è un atto notarile.

ANTONIO DI CARLUCCIO
Quando mi arriva che io me ne debbo andare e sto in queste condizioni, Lei mi sta vedendo che sto parlando con l'affanno, quindi quando arrivano...come faccio ad andare via, come faccio io ad andare via? Cioè logicamente io penso che loro non sono diciamo dei criminali e cose, cioè senz'altro ci saranno altri mesi, altre...cioè il tempo materiale che ci serve. Io me ne posso andare anche domani. Io, se loro mi trovano una casa adeguata alle mie esigenze, io da domani me ne vado.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
I paradossi in questa storia non sono finiti. Il proprietario del negozio non è stato convocato per l'atto notarile.

MARIO SILLA- Negoziante
A me non mi hanno invitato. Con tutto che avevo accettato...

BERNARDO IOVENE
Ma Lei aveva accettato?

MARIO SILLA- Negoziante
Si, quello che aveva detto l'ingegnere.

BERNARDO IOVENE
Ma a che punto siamo per Lei?

MARIO SILLA- Negoziante
Mah, per me diciamo che siamo allo stesso punto di tanti e tanti anni fa, di ciò che cominciò nell'88.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Neanche la signora Attianese è stata contattata.

BERNARDO IOVENE
Ma vi hanno chiamato?

SIGNORA ATTIANESE
No, io non sono stata chiamata, Signor Iovene, non sono stata chiamata.

BERNARDO IOVENE
Non l'avete convocata perché?

EUGENIO D'ALESSANDRO- Ingegnere Comune di Napoli
Non è che non l'abbiamo convocata, è che quest atto la Signora non ha mai mostrato interesse, perché non ha mai firmato quell' atto preventivo che avevano già stipulato coi signori.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
L'ingegnere ci spiega che con Silva arriveranno ad un accordo, ma il problema resta la signora del primo piano, e quindi vediamo cosa è successo nell'ultimo anno.

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
Avevamo anche trovato una casa di 180 mila euro.

SIGNORA ATTIANESE
190...

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
180 mila perché poi sarebbe sceso, comunque l'ingegnere, quando l'abbiamo chiamato, si è tirato indietro e ha detto che non era vero che mai aveva offerto questa cifra. Lui poteva arrivare solo a 140 mila euro.

BERNARDO IOVENE
Senta, loro mi dicono che avevano trovato una casa di 180 mila euro però Lei era risceso a 140 mila euro, cioè insomma c'era questa cosa qua. A Lei non risulta?

EUGENIO D'ALESSANDRO- Ingegnere Comune di Napoli
A me non risulta questa cosa per la verità.

BERNARDO IOVENE
Non risulta? Ho capito.

EUGENIO D'ALESSANDRO- Ingegnere Comune di Napoli
180 mila euro tutto sommato è abbastanza vicina ai 175 mila che gli aveva offerto il vicesindaco.

BERNARDO IOVENE
Per cui voi siete rimasti su questa somma?

EUGENIO D'ALESSANDRO- Ingegnere Comune di Napoli
Gliela aveva offerta pubblicamente il vicesindaco...quindi...

BERNARDO IOVENE
Siccome io esco di qua e vado da loro, volete fare una richiesta, qualcosa?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
Si, allora, per me adesso, siccome l'ingegnere D'Alessandro ci ha fatto perdere già tempo...e il tempo costa denaro, noi adesso vorremmo 200 mila euro. Questa è la proposta che noi facciamo.

BERNARDO IOVENE
Se loro vi dicono: "Vi diamo 175 mila euro che vi avevamo promesso"...voi non li prendete?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
No, non l'accettiamo adesso.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Ma, attualmente, il comune ha intrapreso la via dell'esproprio, che vuol dire: la signora dovrà andar via e sarà risarcita con i 90 mila euro previsti dalla procedura.

GIANFRANCO POMICINO- Direzione infrastrutture Comune di Napoli
La procedura di esproprio è in corso. Siamo sempre ben disposti per una procedura invece di cessione volontaria.

BERNARDO IOVENE
Eh, ma qual è il prezzo, cioè la vostra proposta qual è?

GIANFRANCO POMICINO- Direzione infrastrutture Comune di Napoli
Noi abbiamo la proposta tecnica che è uguale a quella della passata intervista se si ricorda...dove il vicesindaco propose telefonicamente 175 mila euro.

BERNARDO IOVENE FUORI CAMPO
Ed ecco la telefonata dell'allora vicesindaco.

ROCCO PAPA- Vicesindaco Comune di Napoli nel 2006- Al telefono
Voi ne avete chiesti 200 mila, noi ve offriamo 150 mila, possiamo trovare una soluzione a metà in modo che risolviamo oggi, abbiamo la fortuna di avere le telecamere accese!

BERNARDO IOVENE
Per cui prima dell'estate se la signora non accetta questi 175, gliel'espropriate?

GIANFRANCO POMICINO- Direzione infrastrutture Comune di Napoli
Viene espropriata!

BERNARDO IOVENE
Come, neanche con 175 ve ne andate?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
No, adesso non ce ne andiamo nemmeno con 175. E' inutile che dicono con 90 mila l'esproprio perché noi ci mettiamo qua, facciamo scioperi, ci mettiamo stesi a terra. A me non mi importa niente, che vengano i carabinieri,che venga...

BERNARDO IOVENE
Voi non ve ne andate insomma?

MARIA GRAZIA TROIANO ATTIANESE
No, non ce ne andiamo.

GIANFRANCO POMICINO- Direzione infrastrutture Comune di Napoli
Se Lei vuole una valutazione dei tempi, e beh, visto che stiamo da 20 anni combattendo su questa cosa, non sta più a me esprimere.

BERNARDO IOVENE
Non si sbilancia insomma?

GIANFRANCO POMICINO- Direzione infrastrutture Comune di Napoli
No a questo punto sarebbe ricadere nelle cattive figure fatte precedentemente.

BERNARDO IOVENE
Non ci diamo appuntamento allora?

GIANFRANCO POMICINO- Direzione infrastrutture Comune di Napoli
Ci diamo appuntamento l'anno prossimo. Ormai è diventato una consuetudine.

BERNARDO IOVENE
Un serial...

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Io non vorrei improvvisarmi mediatrice, ma se Lei non accetta i 175 mila euro le daranno l'esproprio e ne prenderà solo 90 mila.

Rai.it

Siti Rai online: 847