Rai 3
Televideo

Puntata del 08/10/2002

PERCHE' … L'AUTO CATALIZZATA?

in onda il 08.10.02

di

PERCHE' … L'AUTO CATALIZZATA?

Stagioni: 2003
Autori: Giovanna Corsetti
Inchiesta: Perché?

CITTADINO:
"Vorrei sapere perché non posso circolare in città se non ho la marmitta catalitica!"

IN STUDIO MILENA GABANELLI
Perché la marmitta catalitica abbatte i gas di scarico e siccome in centro circolano molte macchine e le esalazioni causano un'infinita' di malattie tremende, la macchina catalizzata e' d'obbligo.
Questo e' quello che abbiamo sempre pensato, ed e' vero, ma in città la catalitica non sembra servire granché. Giovanna Corsetti

CESARE PATRASSI Meccanico:
"Questo è un catalizzatore usato che ha percorso tutto il chilometraggio di circa 80, 100 mila chilometri e praticamente non è più valido alla circolazione."

D - Se noi lo aprissimo dentro cosa troveremmo?

CESARE PATRASSI Meccanico:
"No, non si può aprire perché dentro ci sono le comunque particelle più dannose nocive per noi, mettendolo in controluce si capisce che comunque è un filtro tappato.
Questo è un catalizzatore nuovo e si vede anche all'interno, il filtro è pulito".

AUTRICE
La marmitta catalitica e' un filtro, può funzionare per circa 80-100mila km e, in situazioni come questa serve a proteggere noi e l'ambiente dai gas di scarico del motore e, in particolare dal benzene.
La benzina super e' stata eliminata perché conteneva il piombo e provocava anemie e leucemie, ora anche con il benzene si corre lo stesso rischio, qual e' la differenza?

MARIAPIA SAMMARTINO - Ricercatrice Facoltà di Chimica Università "La Sapienza":
"Il piombo bene o male veniva espulso dalle marmitte e precipitava al suolo bene o male, mentre il benzene, essendo volatile, è più facile, arriva più facilmente, in modo più immediato alle vie respiratorie."

D - Cioè sta dicendo che la benzina verde e' peggiore?

MARIAPIA SAMMARTINO - Ricercatrice Facoltà di Chimica Università "La Sapienza":
"Il termine benzina verde è un po' tipo una pubblicità ingannevole perché di verde ha ben poco!"

AUTRICE
Sentiamo chi conosce bene piombo e benzene, ovvero benzina rossa e verde.

BENZINAIO 1:
"Tutti i prodotti sono nocivi, ma quella verde è molto più nociva"

D - Lei da che cosa se ne accorge lavorandoci?

BENZINAIO 1:
"Dall'inalazione"

D - Cioè evapora molto di più?

BENZINAIO 1:
"Con la super se uno sta vicino riesce a respirare, ma quella senza piombo non ce la fai a respirare per quanto gas evapora."


BENZINAIO 2:
"Ad una certa ora mi comincia a girare la testa, specialmente quando fa caldo. Purtroppo il lavoro è questo."

MARIAPIA SAMMARTINO - Ricercatrice Facoltà di Chimica Università "La Sapienza":
"Il sistema del self service è anche un modo per salvaguardare un po' la salute del benzinaio."

D - Ce la respiriamo tutti a turno?

MARIAPIA SAMMARTINO - Ricercatrice Facoltà di Chimica Università "La Sapienza":
"Esatto, ognuno si respira la sua."

AUTORE
Ognuno si respira il suo benzene e la marmitta catalitica quello di tutti, perché il suo dovere e' filtrare e trattenere tutto il benzene, o no?

MARIAPIA SAMMARTINO - Ricercatrice Facoltà di Chimica Università "La Sapienza":
"No, anche con un'efficienza del 100% la marmitta catalitica abbatte non più del 90%, quindi un 10% sicuramente viene espulso inalterato, in più l'efficienza del catalizzatore dipende dalla temperatura."

D - Cioè non entra subito in funzione appena accendiamo la macchina?

PELLICCIA NATALINO - Direttore Vendite Autosalone:
"No, assolutamente no, perché raggiunga un grado di efficienza la marmitta deve avvicinarsi ai 900 gradi centigradi, voglio dire, per cui se si usa la macchina soltanto per poco tempo, per pochi metri, questo non si ottiene."

D - Ecco, e in questo caso il benzene?

PELLICCIA NATALINO - Direttore Vendite Autosalone:
"In questo caso purtroppo il benzene viene perso nell'aria."

D - Quanto impiega ad andare a temperatura, perché raggiunga quei 900 gradi?

CESARE PATRASSI - Meccanico:
"Dipende a seconda delle temperature esterne, condizioni ambientali e dall'utilizzo che se ne fa nei primi minuti, se si sta fermi o se si cammina in velocità di autostrada, può variare dai 5 minuti, 10 minuti, un quarto d'ora."

AUTORE
Il problema delle polveri fini riguarda le città, per questo ogni tanto c'è il blocco, per questo entrano solo macchine catalizzate ma in città che cosa succede?
Prendi la macchina per andare a lavorare, attraversi una buona parte della città e respiri! E la tua catalitica e' come se non esistesse.
Per farla funzionare, al 90%, ripetiamo, bisogna camminare a pieno regime per almeno 20 minuti! C'è qualcos'altro che dovremmo sapere sulla nostra catalitica?

CESARE PATRASSI - Meccanico:
"Se si ha una macchina catalizzata assolutamente sconsigliabile mettere, insistere a mettere in moto la macchina che non parte."

D - Quindi dare gas, continuare ad accelerare?

CESARE PATRASSI - Meccanico:
"Dare gas, continuare ad accelerare."

Interviste a cittadini:

D - Prova a dare un po' di gas?

SIGNORA:
"Provo a dare un po' di gas."

D - Dà gas?

RAGAZZA:
"Sì"

VIGILE:
"Certo, provo a dare gas."

UOMO 1:
"Certo, leggermente gas."

D - Ma le hanno detto che la catalitica non funziona più?

UOMO 1:
"No, funziona, sì, che parte pure a spinta, leggermente ma parte."

PELLICCIA NATALINO - Direttore Vendite Autosalone:
"Assolutamente non mettere in moto la vettura a spinta. Arriverebbe nella marmitta catalitica benzina incombusta e ovviamente danneggerebbe il catalizzatore."

D - Cioè non filtra più?

PELLICCIA NATALINO - Direttore Vendite Autosalone:
"Cioè non filtra più"

D - Tu lo sapevi che spingendo la macchina metti fuori combattimento la catalitica?

CITTADINI:

RAGAZZA:
"No. E' la prima volta che lo sento."

D - Lei ha una macchina catalizzata?

RAGAZZO:
"Esatto, sì."

D - E parte sempre?

RAGAZZO:
"In che senso?"

UOMO 1:
"Se non parte, eh, questa è una bella domanda."

UOMO 2:
"La spingiamo a mano."

UOMO 3:
"Beh, provo a spinta."

UOMO 4:
"Vado a piedi cosa devo fare?"

D - Ma se deve spingere che fa, spinge?

UOMO 5:
"Spingo."

D - Non prova a spingere?

VIGILE:
"No, no, no."

D - Perché?

VIGILE:
"Non ho l'età."

AUTRICE
Non c'è un'automobilista che sappia due cose in croce sull'uso di questa catalitica che dovrebbe salvarci i polmoni.
Ma se la macchina non parte cosa si può fare, oltre ovviamente a chiamare il meccanico?

CESARE PATRASSI - Meccanico:
"Provare una volta ogni 10 minuti un quarto d'ora, aspettare che la benzina evapori un pochettino."

AUTRICE
Bene cosi' ce ne respiriamo un altro po' ma se il danno e' fatto da cosa possiamo capirlo?

CESARE PATRASSI - Meccanico:
"Si sente la classica puzza di uovo, uovo marcio, per far capire in parole povere."

D - Che sarebbe praticamente la puzza del benzene?

CESARE PATRASSI - Meccanico:
"Sì"

AUTRICE
Ma con le macchine vecchie o i motorini che non sono catalitici, come si fa ora che la super non si vende più.

PELLICCIA NATALINO - Direttore Vendite Autosalone:
"Viene applicato dopo un retrofit"

D - Cos'e'il retrofit? Funziona come una normale marmitta catalitica?

ROBERTO CRETARO - Revisore Auto
"Abbatte del 50% le emissioni nocive dei gas di scarico ma non arriverà mai ad avere la stessa efficienza di un veicolo munito fin dalla nascita di un catalizzatore."

AUTRICE
Di bene in meglio. In Italia solo le macchine immatricolate dal '93 in poi hanno l'obbligo, per legge, di esser catalizzate, vuol dire che quasi 1/4 non lo sono, siamo un paese povero con macchine vecchie e cosi', al benzene non c'è rimedio! Ma possibile non ci sia modo di sapere cosa esce dalle marmitte delle nostre auto?
Giriamo la domanda a chi se ne occupa, la motorizzazione civile.

LORENZO GIANNUZZI - Ministero Infrastrutture e Trasporti:
"Il controllo di revisione del motore garantisce che le emissioni di quel veicolo siano ricompresse nei limiti di tolleranza previsti dalla norma."

AUTRICE
I controlli ovvero le revisioni sono obbligatori, vanno fatti una volta l'anno nelle officine autorizzate dalla motorizzazione civile e, per 36 euro e 91 centesimi, ci fanno un check-up completo della macchina, dal fanalino al tubo di scarico.
Per legge se il controllo non viene superato bisogna subito portare la macchina in un'officina e ripararla altrimenti, trascorse 24 ore, bisogna chiamare il carro attrezzi! Bella seccatura, ma per pochi perché in Italia degli oltre 10 milioni di macchine controllate ogni anno, sono meno del 3% quelle che non superano la revisione ma con tutte le macchine sgangherate che abbiamo come e' possibile?

LORENZO GIANNUZZI - Ministero Infrastrutture e Trasporti:
"Noi speriamo che questo dato sia buono. Questo è l'augurio."

D - Ecco pero' lei cosa pensa?

LORENZO GIANNUZZI - Ministero Infrastrutture e Trasporti:
"Mah, il mio pensiero è che dobbiamo pensare positivamente ecco."

AUTRICE
Noi invece siamo per fidarsi e' bene, ma non fidarsi e' meglio specialmente se si tratta di quel che respiriamo e allora andiamo direttamente da chi fa i controlli.

PELLICCIA NATALINO - Direttore Vendite Autosalone:
"I controlli sono una cosa seria"

D - Sono una cosa seria o dovrebbero essere una cosa seria?

AUTRICE
I controlli dovrebbero essere una cosa seria, da noi per esempio sono una cosa seria.

AUTRICE
Qui i controlli sono una cosa seria, ma poi qualcun altro che li fa ci racconta un'altra cosa.

MECCANICO:
"Vengono falsificati i dati."

D - Come vengono falsificati i dati?

MECCANICO:
"In vari modi, posso prendere i dati di una macchina perfetta e apporci sopra la targa della macchina imperfetta, quindi ho tutte le prove che quella targa ha passato la revisione."

D - E questo capita spesso?

MECCANICO:
"Abbastanza, anche se non è proprio il più usato perché è il più pericoloso. Quello che capita spesso è quello di non rispettare le norme richieste dalla legge: ad esempio la prova dei gas di scarico a regime minimo viene fatta a regimi diversi dal minimo in questo modo riesco a truccare i valori."

D - Chi ci guadagna?

MECCANICO:
"Ma macchine vecchie che ormai hanno un valore di mercato di 3, 4 milioni se i gas di scarico non vanno bene bisogna ricontrollare il motore, come faccio a dire al cliente che deve spendere un milione e mezzo per passare la revisione."

D - Cioè lei da un colpetto alla revisione per non perdere il cliente?

MECCANICO:
"Esatto, per far sì che il mio cliente non vada da un altro meccanico."

D - Che farebbe la stessa cosa?

MECCANICO:
"Assolutamente sì, almeno, io non faccio le revisioni solo ai libretti, almeno io la macchina la vedo."

AUTRICE
Tutto vero e confermato da un cittadino.

CITTADINO:
"Neanche me la guardano la macchina, io la do al mio meccanico che mi fa mettere il bollino punto!"

AUTRICE
E cosi' anche i controlli ce li possiamo dimenticare e in alternativa lo Stato ci propone l'eco incentivo, ma cos'è?

LORENZO GIANNUZZI - Ministero Infrastrutture e Trasporti:
"L'ecoincentivo è finalizzato a rottamare veicoli non catalizzati e a favorire contestualmente la emissione in circolazione di veicoli catalizzati."

AUTRICE
La catalitica in città impiega 20 minuti per andare a regime e non catalizza più se si mette in moto a spinta o si fa il pieno con della benzina sporca?

LORENZO GIANNUZZI - Ministero Infrastrutture e Trasporti:
"Non sono dati di cui ho un riscontro tecnico, però se così fosse non vi sarebbe alternativa se non quella di vietare in ambito urbano la circolazione a tutti i veicoli."

D - O dire semplicemente la verità con onesta' e con tutti i limiti ?

LORENZO GIANNUZZI - Ministero Infrastrutture e Trasporti:
"Ma non, sì sono un funzionario non faccio politica in questo momento, mi limito, ho naturalmente le mie idee come cittadino, ma in questa sede non posso che esprimermi, se posso dire istituzionalmente. "

AUTRICE
E' d'accordo con noi o no? Di fatto l'ingegner Giannuzzi non ci risponde e noi allora cambiamo ministero, dai Trasporti ci spostiamo al ministero dell'Ambiente visto che' anche loro, insieme al ministero dell'Economia hanno voluto gli ecoincentivi, perché?

GIANNI SILVESTRINI - Ex direttore SIAR Ministero dell'Ambiente:
"Come risposta ad una situazione di crisi dell'auto, per dare una mano all'industria dell'auto e che però di riflesso anche aiutando a togliere dalla strada auto molto inquinanti."

AUTRICE
Ricordiamo che siamo il paese in Europa con il più alto numero di auto, ma se proprio bisognava dare una mano a vendere altre auto
non era più onesto chiamarli incentivi e basta?

GIANNI SILVESTRINI - Ex direttore SIAR Ministero Ambiente:
"No comment"

IN STUDIO MILENA GABANELLI
Che tradotto significa: dobbiamo vendere più macchine perché il settore e' in crisi, e allora nobilitiamo l'iniziativa chiamandoli ecoincentivi.



www.minambiente.it
www.infrastrutturetrasporti.it

Rai.it

Siti Rai online: 847