Rai 3
Televideo

Puntata del 01/03/2001

LA STRADA DI NAPOLI

in onda il 01.03.01

di

LA STRADA DI NAPOLI

Inchiesta: Com'è andata a finire
Autori: Bernardo Iovene
Stagioni: 2001

Gennaio 2000

Una superstrada finita, che doveva collegare la zona a nord di Napoli alla zona ospedaliera, si fermava contro il terzo piano di un palazzo. L'assessore prometteva: "Fra un mese il palazzo va giu' e la strada si apre".

Aggiornamento

Dopo un anno e mezzo, torniamo proprio nella piazza Capodichino, la strada non e' finita e il palazzo e' ancora in piedi.

Mario Silla, negoziante:
"Il palazzo e' ancora in piedi e questo mostro davanti sta sempre qua e ci occupa anche l'aria."

D - "Si e' fatto vivo qualcuno dell'Amministrazione?"

Maria Grazia Troiano, inquilina:
"No nessuno. Abbiamo fatto tante petizioni, ma non abbiamo avuto nessuna risposta."

Ed allora torniamo al Comune, l'Ingegner Esposito e' passato ad altro incarico, mi riceve, dunque, l'assessore all'arredo urbano.

Ferdinando Balzamo, Assessore all' Arredo Urbano-Strade Comune di Napoli:
"Noi siamo ormai prossimi all'apertura del primo tratto, l'apertura, ovviamente, quindi in esercizio del primo tratto che e' finito e che tra una decina di giorni al massimo verra' aperto."

Siamo prossimi all'apertura... faccio presente che la risposta non e' molto convincente e allora l'Assessore mi porta sul posto, e mi dice che ci sono voluti 2 mesi per completare questa strada chiusa da 10 anni.

D - "Due mesi di lavoro?"

Ferdinando Balzamo, Assessore all' Arredo Urbano-Strade Comune di Napoli:
"Nella sostanza si'."

Due mesi di lavoro, quindi per aprire questa strada chiusa da 10 anni, e ora fate attenzione: la strada che abbiamo appena visto era stata concepita per risolvere i problemi di traffico che affliggono la zona ospedaliera. Se non si vede non si crede, questa ambulanza deve solo attraversare la strada per entrare nel policlinico. Per poter liberare la corsia dell'ambulanza bisogna far scorrere l'altra carreggiata, ma a farlo sono l'addetto dell'ambulanza e un passante. Tutto questo poteva essere risolto gia' 10 anni fa, ma i problemi burocratici..... Pensate il ferito all'interno dell'ambulanza... ma e' possibile che un'ambulanza, con un caso urgente, nel 2001 impieghi un quarto d'ora per attraversare l'incrocio dell'ospedale? Ma torniamo al palazzo, visto che ci siamo, convinco l'Assessore ad andare sul posto. E sorpresa tra le sorprese: il palazzo non sara' demolito, sara' abbattuta, invece, la strada sopraelevata, e sotto la casa passera' un tunnel.

D - "Allora questo ponte va giù?"

Ferdinando Balzamo, Assessore all' Arredo Urbano-Strade Comune di Napoli:
"Questo ponte va giu'. Poi, contestualmente, inizieranno i lavori che realizzeranno la parte interrata che servira' a bypassare piazza di Vittorio e quindi poi ad abbattere la sopraelevata e a riqualificare la zona".

Specifichiamo che il Comune di Napoli ha ereditato nel 1997 l'opera in questione dal Commissariato Straordinario per la Ricostruzione del Dopo-Terremoto e che alla fine ha sanato la situazione.

Rai.it

Siti Rai online: 847