Rai 3
Televideo

Puntata del 30/09/2012

Oggi negli enti

di - Società

Oggi negli enti

Stagioni: 2013
Argomenti: Società
Autori: Luca Chianca

Dietro le vicende giudiziarie che hanno coinvolto la Regione Lazio, quelle della Lombardia e della Puglia, ce ne sono altrettante che interessano gli amministratori di province e piccoli comuni. Si calcola che solo per il reato di corruzione sono ben 400 gli amministratori coinvolti. Poi ce ne sono molti altri incappati in indagini, processi o condanne per vari reati. Ma sono accomunati da un vizio comune: nessuno si dimette, perché così fan tutti e soprattutto perché la legge glielo consente visto che in troppi casi non prevede, fino alla sentenza definitiva, nessuna sospensione dalla carica per tutelare l'interesse pubblico delle Istituzioni. E i partiti spesso stanno a guardare.

Per visualizzare questo documento è necessario un plugin Pdf. E' comunque possibile scaricare il file

* * *

Il 30 novembre 2012 il sindaco di Brusciano, Antonio Romano, ci ha inviato un comunicato stampa con preghiera di pubblicazione nel quale - a distanza di due mesi dalla messa in onda del servizio “Oggi negli enti” - risponde a quanto riportato dall’imprenditore Perrotta durante la trasmissione: “Il Comune mi ostacola, tutti costruiscono al di fuori di Perrotta”.

 

Il Sindaco Antonio Romano risponde con i fatti a quanto riportato dall’imprenditore Perrotta durante un servizio prodotto dalla trasmissione Report: “Abbiamo sempre operato con trasparenza e soprattutto piena legittimazione, rispetto della legalità e normative vigenti come dimostra il procedimento di costruzione rilasciato alla società che fa capo al Perrotta“.

Un altro tabù assoggettato all’amministrazione guidata dal Sindaco Angelo Antonio Romano, viene sfatato. Infatti, a precisazione di quanto riportato durante il programma d’inchiesta Report in onda su Rai Tre dall’imprenditore Angelo Perrotta, che asseriva: “Il Comune mi ostacola, tutti costruiscono ma al di fuori di Perrotta”, precisa e puntuale è arrivata la risposta avvalorata da fatti concreti da parte dell’amministrazione comunale. Una situazione che trova la sua piena chiarezza d’intenti nella concessione di permesso per costruire n° 63 del 9 novembre 2012 rilasciata alla società Immobiliare Loropiana S.r.l., di cui la figura di amministratore è individuata nella persona dell’imprenditore Angelo Perrotta. “Trattasi precisamente - chiarisce il Sindaco – di un fabbricato esistente in via Padula al quale è stato rilasciato un procedimento per demolizione e ricostruzione, con rispettivo aumento del 35% ai sensi dell’art. 5 della legge regionale 19/01 e successive modifiche. Una procedura d’istruttoria, che per ulteriore precisazione, deliberata il 30 luglio 2012 con esito positivo e prontamente comunicata al soggetto interessato, fa ben intendere che il tutto sia avvenuto prima che fosse andato in onda il servizio prodotto dalla puntata di Report del 30 settembre 2012, dove erano riportate le dichiarazioni del Perrotta che ha questo punto di vista, potrebbero essere smentite dai fatti”. Davvero un riscontro importante e che dimostra la trasparenza e buona fede del lavoro portato avanti in tutti questi anni dal Comune, come ci tiene a precisare il primo cittadino: “Dopo le dichiarazioni dell’imprenditore Perrotta ai microfoni di Report, dove additava a questo Ente di essere poco incline a rilasciare licenze ad atti riguardanti la sua persona, credo che ora a seguito della concessione del procedimento di costruire rivolto ad una società a cui lui fa capo, si può ben comprendere che in tutti questi anni di amministrazione l’impegno è stato massimo e proficuo e volto alla sempre massima operatività e trasparenza, senza aver alcun pregiudizio verso nessuno ma ponendo tutti sullo stesso piano. Tutto questo a conferma - precisa il Sindaco – del lavoro svolto con sempre certosina alacrità e oculatezza da parte degli uffici preposti, che hanno operato nel compiere i vari atti redatti, con sempre massima trasparenza e soprattutto nella piena legittimazione e rispetto della legalità e il tutto in conformità delle normative vigenti, mostrandosi sempre disponibili ed aperti a qualunque delucidazione e chiarimenti tecnici in merito alla tante situazioni presentatesi”.

 

Nel servizio andato in onda non si fa riferimento al fabbricato di via Padula ma ad un'altra proprietà di Perrotta sulla quale l'imprenditore dal 2003 sta ancora aspettando la concessione per costruire oltre 100 alloggi. Per questa storia il sindaco Romano è stato condannato in primo grado per tentata concussione per aver chiesto una tangente a Perrotta per accelerare le pratiche della concessione edilizia. Per quanto riguarda la questione relativa al permesso per costruire in via Padula rilasciato il 9 novembre 2012 siamo in possesso della documentazione che dimostrerebbe la lentezza con la quale si sia giunti a tale concessione. La prima richiesta fatta da Perrotta è del 26 novembre 2010 e, solo dopo un'intensa attività tecnico-legale da parte dell'imprenditore, si è arrivati alla decisione definitiva. Infine per quanto riguarda la procedura deliberata il 30 luglio prima della messa in onda del servizio, si fa presente che si tratta della comunicazione di pagamento per il rilascio del permesso di costruire che – come sottolinea il sindaco Romano – è stato concesso solo il 9 novembre 2012.

Scarica il PDF

Rai.it

Siti Rai online: 847