Rai 3
Televideo

Puntata del 14/05/2006

DEI REATI E DELLE PENE - aggiornamento del 10/04/2005

in onda il 14.05.06

di - Società

Inchiesta: Com'è andata a finire
Autori: Bernardo Iovene
Argomenti: Società
Stagioni: 2006

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Oggi però abbiamo in scaletta un altro aggiornamento, riguarda una vicenda che avevamo trattato un anno fa:
era un caso di inquinamento di cromo esavalente in Veneto.
Un caso gravissimo che durava da tempo e portato alla luce da una signora che ha avuto il coraggio di dare il via ad una lunga battaglia, per la sua tenacia era stata definita dalla stampa locale la Erin Brokovih veneta.

AUTRICE- voce fuori campo
Le acque del Brenta sono buonissime, nelle falde della valle del Brenta una nota acqua minerale ha la sua sorgente. Da sempre le famiglie della valle, una villetta, un capannone, una villetta, hanno il loro pozzo privato perché l'acqua è sempre stata buona.
Anche la famiglia Milani arrivata a Tezze sul Brenta tre anni fa ha il suo pozzo privato e da qui prende l'acqua per bere, cucinare e lavarsi.

ALESSIA MILANI
Diciamo che quando con l'acqua calda e il vapore ho cominciato a provare un forte bruciore agli occhi.

GABRIELLA MILANI
A volte tutti e quattro avevamo cefalea e questo mi ha un po' allarmato.

AUTRICE
Nel giardino della signora Milani crescono anche delle margherite strane, mostruose che i laboratori stanno ancora analizzando.

GABRIELLA MILANI
Dopo quattro mesi abbiamo fatto le analisi dell'acqua ci siamo trovati e ci siamo trovati 170 microgrammi di cromo esavalente e l'abbiamo bevuta per quattro mesi.
C'hanno detto subito che era cancerogena e mutagena.

AUTRICE
Si scopre che l'inquinamento arriva dall'Apm Galvanica un'azienda che si è insediata qui negli anni settanta .

FRANCESCO BASSO- Tecnico ARPA Veneto
Questo muro era praticamente a bagno su una soluzione ricca di cromo esavalente.

ALESSANDRO BIZZOTTO- Responsabile ARPAV Bassano
Si può stimare che pochi litri di queste soluzione se arrivavano interamente in faglia possono rendere non più potabile milioni di metri cubi d'acqua.

AUTRICE
La Procura di Padova avvia un processo penale contro l'ultimo amministratore della società il signor Zampierin, l'accusa è di avvelenamento delle acque.
Nell'ambito del processo penale la signora Milani si costituisce parte civile.

STEFANO SCHIESARO- Avvocatura di Stato
Il danno che lo stato ha ricevuto come danno mentale è di oltre 160 milioni di euro, quindi abbiamo fatto il costo della bonifica è su questa cifra qua.

AUTRICE
Un privato inquina e lo Stato paga? Ma perché?
Perché l'APM Galvanica ha dichiarato fallimento.
Fino al 1995 uno dei dirigenti dell'azienda in questione è stato anche per 25 anni Sindaco del paese, Rocco Battistella, e in quegli anni la Galvanica scaricava fanghi e reflui di lavorazione dove non avrebbe dovuto.
Oggi Battistella è assessore alla caccia e pesca alla provincia di Vicenza.
Ma è scappato via perché?

EX LAVORATORE APM
Perché mi cominciava ad uscire il sangue dal naso!

AUTRICE
Ma ci sono altri che hanno avuto questi problemi?
 
FIGLIO EX LAVORATORE APM
Che sappia io la maggior parte delle persone che ha lavorato con mio papà sono morti.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
E' passato un anno, il processo non si è ancora chiuso, ma intanto si sono aperte le indagini presso la procura di Bassano del Grappa per le morti sospette, nel frattempo la signora Milani si è ammalata e come stanno andando le cose ce lo racconta Bernardo Iovene.

AUTORE
Un anno e mezzo dopo torniamo nel comune di Tezze sul Brenta,
proprio oggi c'e' una riunione tra comune e regione per la pianificazione della bonifica dell'area inquinata.
Quanto costa  in tutto l'intervento?

LUCIANO LAGO - Sindaco di Tezze sul Brenta
E' una bella domanda questa qui.
Stiamo parlando di bonifica di milioni di euro

AUTORE
Cioè quanto?

LUCIANO LAGO - Sindaco di Tezze sul Brenta
Noi speriamo che sia su di cinque

AUTORE
Le risorse? Da dove le prendete?

LUCIANO LAGO - Sindaco di Tezze sul Brenta
La regione ci da i soldi.

AUTORE
un primo intervento sta per iniziare su questa zona dove finivano gli scarichi della fabbrica di cromatura.
Poi, tutti i giorni, vengono fatti prelievi per controllare l'inquinamento sottostante la fabbrica.
Voi siete ancora tutti i giorni i qua?

ALESSANDRO BIZZOTTO - Responsabile ARPAV Bassano
Noi siamo  ancora tutti i giorni qua. Ma questo la dice lunga sulla portata dell'evento.

AUTORE
il campione viene portato all'Arpav di bassano del grappa e, analizzato, puntualmente da' la presenza di cromo esavalente.
Acqua pulita.

UOMO LABORATORIO
E acqua contaminata da cromo

AUTORE
Per cui c'è ancora?
Il terreno sotto la fabbrica e' impregnato di cromo esavalente, dovrebbe essere cosi' e invece e' cosi'.
In pratica queste vasche dove si cromavano sedie, telai di biciclette tavoli, letti, perdevano il liquido nel terreno.

ALESSANDRO BIZZOTTO - Responsabile ARPAV Bassano
Punti di perdita erano vari per cui ogni volta che la falda aumenta e diminuisce fa una specie di operazione di lavaggio di questo cuscino contaminato

AUTORE
Quindi il cromo arriva nei pozzi privati delle case, allora si e' pensato di fare una barriera per intercettare l'acqua inquinata e depurarla.
Ma questo e' un intervento di messa in sicurezza temporaneo, per la bonifica si sta ancora studiando cosa fare.
 
LUCIANO LAGO - Sindaco di Tezze sul Brenta
Che tipo di lavoro c'è  da fare, io personalmente non lo so, mi sembra che anche i tecnici stiano palesando delle cose diverse

AUTORE
L'Arpav si reca periodicamente anche a casa della signora Milani, per controllare il livello di inquinamento del suo pozzo.
Intanto la signora Milani ha avuto problemi di salute.

GABRIELLA MILANI
Sono stata operata il 15 ottobre di un carcinoma al seno.
Speriamo di aver chiuso e concluso con questa malattia. Che non ci sia un ritorno, ecco.

AUTORE
Quindi lei lo collega direttamente all'acqua inquinata? Questo problema che ha avuto.

GABRIELLA MILANI
Non lo so se scientificamente può essere dimostrato.
Certo che io ho bevuto un' acqua cancerogena e mutagena

AUTORE
La cosa che l'amareggia di piu' e' stata l'indifferenza delle istituzioni.

GABRIELLA MILANI
Qui non abbiamo avuto nessun ente sanitario che ha detto questa famiglia ha bevuto acqua e inquinata e teniamola sotto controllo, facciamo degli esami, la visitiamo, facciamo una scheda.
Li esentiamo dal ticket. Questo non è successo.

AUTORE
Nel frattempo, la procura di bassano del grappa si e' attivata sulle cause delle morti premature dei lavoratori della fabbrica.

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano

Dieci dodici anni che lavoravo in questa fabbrica e avevano sui cinquanta, sessanta anni, erano persone abbastanza giovani

AUTORE
Ne sono morti tredici?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Tredici

AUTORE
Con lo stesso problema?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Tutti quanti con lo stesso problema

AUTORE
La procura ha raccolto tutte le cartelle cliniche dei lavoratori.

VEDOVA
Fino a quando non è morto non me l'hanno detto che era quella roba li.
Dopo che è morto abbiamo saputo che aveva tutto traforato, aveva emorragie.
Perdeva una goccia di cromo, toccava la pelle , entrava lui aveva tanto male finche non arrivava all'osso non si fermava. Me lo diceva sempre lui

AUTORE
Cioè che cosa? Aveva proprio le mani perforate?

VEDOVA
Il cromo proprio che bruciava

AUTORE
Sulle mani?

VEDOVA
Si, sulle mani.

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
la ditta utilizzava 29 prodotti tossici per fare l'ettrogalvanica, ovvero sia per la deposizione del cromo sul metallo.

AUTORE
Sul metallo?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Sul metallo, del nichel sul metallo, cioè questa era l'attività, quindi queste vasche ovvio con la temperatura dell'acqua elevata emanavano nebbie, fumi, aerosol abbastanza importanti.

VEDOVA SIG. CONTE
Diceva di andare la a fargli compagnia

AUTORE
Lei andava a fargli compagnia?

VEDOVA SIG. CONTE
a fargli compagnia perche' ora regolava le temperature delle vasche.

AUTORE
Per cui lei vedeva come lavorava?

VEDOVA SIG. CONTE
Si

AUTORE
E come lavorava?
 
VEDOVA SIG. CONTE
E... lavoravano senza protezione, ne le misure...
 
AUTORE
Ne guanti, niente?

VEDOVA SIG. CONTE
Niente, niente

AUTORE
I comandi da manovrare erano proprio sulle vasche e qualche operaio ci era addirittura  scivolato dentro, per questo, il signor Conte, morto di tumore al polmone, quando faceva il turno di notte, ed era da solo, si portava la moglie o i figli.

FIGLIO SIG. CONTE
Io avevo sui tredici, quattordici anni

AUTORE
E andavi la sera a vedere lui che lavorava?

FIGLIO SIG. CONTE
Si andavo a fargli compagni anche perché se si sentiva male, perché era già capitato che mio padre ed altre persone sono scivolate nella vasca dove c'era il cromo.

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Direi che questo è stato un aspetto...

AUTORE
Nessuno aveva protezione?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Si, da quello che abbiamo accertato noi

AUTORE
Per trent'anni?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Si, per trent'anni

AUTORE
Senza protezione hanno lavorato?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Senza protezione hanno lavorato

AUTORE
Ma c'erano delle regole precise da rispettare?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Si, c'erano già delle normative precise, già del1975 ci sono alcuni Dpr che...

AUTORE
Per cui c'erano le norme?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Si, c'erano le norme.

AUTORE
La procura ha ipotizzato il reato di omicidio colposo tra gli indagati c'e' Paolo Zampierin e  Rocco Battistella, gia' sindaco per 25 anni del paese. che afferma di aver gia' querelato report, e  al telefono ci dice. che era soltanto un semplice impiegato  della fabbrica.

ROCCO BATTISTELLA AL TELEFONO
Io ero Sindaco, ma dalla mia busta paga non risulta che... ero un semplice impiegato.
Non sono stato mai un dirigente.

AUTORE
Che ruolo aveva questo sindaco?

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Eh... aveva una certa responsabilità sulla gestione del personale e sopratutto anche sull'utilizzo del personale stesso all'interno del ciclo produttivo.
Una persona che aveva un ruolo abbastanza importante all'interno della ditta.

AUTORE
E c'era qualcuno che avvisava quando arrivavano i controlli e cosi' si cambiavano le linee di produzione, e tutto rientrava nella norma.
Lei mi dice che quando arrivavano questi controlli loro lo sapevano prima.
Sapevano che arrivando i controlli.

ALBERO SPADOLARI - Polizia Giudiziaria Procura di Bassano
Si  così abbiamo accertato noi

AUTORE
Rocco Battistella si e' appena candidato al senato per l'UDC, e dopo aver fatto il sindaco per 25 anni oggi e' assessore alla provincia.
Senta lei parlava di regione che vi sta dando una mano ma la provincia?
 
LUCIANO LAGO - Sindaco di Tezze sul Brenta
La provincia è anche oggi assente.
La provincia in questa discussione, se pure invitata non c'era.

FIGLIO SIG. CONTE
Noi ci aspettiamo che queste persone che hanno fatto questo disastro paghino tutte le conseguenze.

AUTORE
A pagare per una difficile bonifica, intanto e' la regione, l'avvocatura dello stato  ha il compito di recuperare i danni. e siccome la  ditta e' fallita li chiede direttamente all' ultimo amministratore, il signor Zampierin.

STEFANO SCHIESARO - Avvocatura di Stato
Questi debiti dovevano essere pagati da lui personalmente o in ipotesi dai suoi eredi nel caso in cui nascesse un erede o lasciasse in eredità qualcosa in attivo agli stessi

AUTORE
Ma voi siete determinati ad andare fino in fondo?

STEFANO SCHIESARO - Avvocatura di Stato
Ma noi, l'ho già detto pubblicamente in aula. Lo stato non è che si ferma con questo processo,l o Stato va avanti all'infinito fin quando il suo debito non viene pagato, quindi chi vivrà vedrà.

AUTORE
Il processo si allunga tra perizie e individuazione temporale dell'inquinamento, visto che in trent'anni si sono susseguite due ditte diverse.
Nell'ultima udienza il pubblico ministero ritiene di avere individuato le responsabilità di Zampierin anche nella prima ditta, la Tricom. zampierin e' difeso da  uno studio di avvocati di  Vicenza, sul campanello leggiamo:  ambiente e sicurezza...
Difendete l'ambiente? Cioè non ho capito?

MARCO TONELLOTTO - Avvocato Difesa Zampierin
Noi ci occupiamo a largo raggio delle problematiche ambientali

AUTORE
Ambientali. Cioè  di chi inquina?
 
MARCO TONELLOTTO - Avvocato Difesa Zampierin
Di chi inquina. Abbiamo anche assistito delle amministrazioni.

AUTORE
Inutile chiedere sulle responsabilità del loro assistito? Cioè si sente responsabili o no?

MARCO TONELLOTTO - Avvocato Difesa Zampierin
No non si sente responsabile di  questo fenomeno di contaminazione

AUTORE
Ma l'inquinamento è un dato oggettivo?

MARCO TONELLOTTO - Avvocato Difesa Zampierin
Cioè io vorrei capire se questo fenomeno non sia in qualche misura riconducibile ad esempio all'inerzia protrattasi per oltre 25 anni da parte di tutte le amministrazioni che conoscendo, non facevano nulla per tutelare la salute dei cittadini.

AUTORE
se le amministrazioni sapevano che c'erano degli imprenditori che inquinavano lo sapremo quando si concluderanno le indagini e i processi.

LUCIANO LAGO - Sindaco di Tezze sul Brenta
Credo che qualche esame di coscienza, la parte pubblica e anche la parte dell'imprenditoria, soleva fare... il  livello è cresciuto molto, il famoso e fatico nord-est, ma se questi sono i risultati non abbiamo fatto un bel servizio al paese sicuramente.

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Sicuramente no. La sentenza che stabilirà le  responsabilità sull'inquinamento è prevista per l'8 luglio prossimo. Le indagini sulle morti sospette sono invece in corso e le persone indagate sono 4.

Rai.it

Siti Rai online: 847