Rai 3
Televideo

Il metodo di lavoro

Il metodo organizzativo di Report non ha nessun modello di riferimento nei Network nazionali

Una nuova forma di produzione che utilizza in parte i mezzi interni (nell'edizione e progettazione del programma) e in parte quelli esterni (la realizzazione delle inchieste) scavalcando la forma dell'appalto, pur mantenendone le caratteristiche. Una razionalizzazione del lavoro che rende l'intero programma economicamente competitivo.

Gli autori sono freelance che autoproducono la loro inchiesta (cioè la realizzano con la loro videocamera, si pagano le spese, la montano nel loro luogo di residenza), con la costante supervisione dell'autore della trasmissione, e infine la vendono alla Rai; senza che in mezzo ci sia l'intermediazione di una società.

A supporto del loro lavoro una redazione giovane e qualificata segue attentamente tutti gli aspetti produttivi, collabora al lavoro di ricerca e alla promozione offline e online del prodotto, ed è sempre pronta a sperimentare nuovi linguaggi crossmediali. Un gruppo di abili videomaker affianca inoltre gli autori sul campo. 

L'abbattimento dei costi e la libertà di azione dei videogiornalisti permette di lavorare anche 3 o 4 mesi su ogni singola inchiesta.